Raikkonen si aspetta una gara equilibrata a Montreal

kimi raikkonen

Kimi Raikkonen vuole mettersi alle spalle il deludente Gran Premio di Monaco: "E' stata una brutta botta ma non ci si può fare più niente. In gara ho fatto molta fatica a trovare aderenza sul bagnato e dobbiamo capirne esattamente le ragioni perché a me piace guidare in quelle condizioni di asfalto. Finire al nono posto, quindi senza punti all'attivo, non mi ha fatto certo piacere. E' stata la prima sfida a secco della stagione e non possiamo permettercene un'altra, visto che la lotta nel campionato piloti è molto serrata".

Ma la fiducia non manca, perché la situazione di fondo è comunque positiva. La F2008 è un'ottima monoposto, che incontra il gradimento dei piloti, destando le invidie di molti avversari. Il suo rendimento è al di sopra di ogni sospetto, grazie al valido lavoro compiuto dai tecnici del "cavallino rampante". E' necessario però che la sua marcia non venga frenata da clamorosi errori strategici, che si pagano a caro prezzo. Per questo bisogna curare tutto nei minimi dettagli, prendendo insegnamento dall'esperienza pregressa.

Il prossimo appuntamento sarà a Montreal, dove la scuderia di Maranello conta di rifarsi. Per affrontare al meglio la sfida americana, il team aveva programmato una specifica seduta nell'ultimo giorno di prove a Le Castellet. Ma il meteo ha vanificato il lavoro: "Purtroppo c'è stata la pioggia - sottolinea Raikkonen- che ci ha impedito di sviluppare il programma, ma siamo tutti sullo stesso piano. La Ferrari ha una buona tradizione in Canada e mi aspetto un grande equilibrio. Le qualifiche diventano sempre più importanti ed è per questo che è fondamentale lavorare bene sin dall'inizio del fine settimana, in modo da arrivare ad avere una macchina con il miglior assetto possibile".

Il campione del mondo in carica traccia le linee guida per conseguire il successo: "A Montreal conta molto la stabilità in frenata e il passaggio sui cordoli. In questi aspetti la F2008 è migliorata molto rispetto alla monoposto dello scorso anno. Certo, dovremo aspettare almeno le prime libere del venerdì per averne una conferma. Non ricordo un'edizione del Gran Premio senza una neutralizzazione e mi aspetto che ciò si ripeta anche domenica. Se accadrà, dovremo cercare di non essere troppo prudenti nella strategia, visto l'equilibrio delle forze in campo. Con le attuali regole, la fortuna ha un ruolo importante in queste circostanze: speriamo che, se proprio deve entrare in pista la safety-car, lo faccia al momento più opportuno per noi!".

Guardando le cose nell'ottica iridata, Raikkonen crede che l'assegnazione del titolo avverrà nelle fasi finali del campionato. Quindi, come già aveva anticipato ad inizio stagione, non ci saranno fughe eclatanti, tali da garantire un successo anticipato. Ma dopo la battuta d'arresto di Montecarlo per la Ferrari si aprono delle prospettive favorevoli. Il finlandese, dal canto suo, affronterà i week-end futuri con lo stesso spirito di sempre: "Darò il massimo per riuscire a vincere".

Via | F1grandprix.it

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: