Il Rally Appennino Reggiano guarda alle nuove tecnologie per la sicurezza

silva pina

Il Rally Appennino Reggiano, gara da anni apprezzata non solo per il proprio percorso, che riesce ad affascinare chi lo affronta, ma anche per la sicurezza studiata nei minimi particolari sia per gli equipaggi che per il pubblico, quest’'anno propone uno strumento in più rispetto alle normali misure previste.

Per rendere il momento sportivo (valevole quale quinta prova del Trofeo Nazionale Asfalto) ancora più sicuro, é stato deciso di adottare la soluzione RaceLink di NeXT, azienda modenese di Carpi, che ha progettato un sistema di monitoraggio vetture studiato specificamente per le corse automobilistiche.

Questi gli obiettivi:

Per la Direzione di Gara: la localizzazione, la visualizzazione dei percorsi e la rilevazione delle velocità per le vetture partecipanti e per i mezzi di servizio

Per il pubblico: la visualizzazione della posizione aggiornata delle vetture durante l'evento (non vengono resi pubblici i percorsi completi, nè le velocità)

Per la sicurezza degli equipaggi: l'invio di un allarme, medico o meccanico, a seguito della semplice pressione di un pulsante dedicato (funzione particolarmente importante per equipaggi stranieri che spesso non sono in grado di descrivere con precisione la propria posizione)

Per i partecipanti: la possibilità di rivedere, al termine della gara, il proprio percorso sulla mappa, completo di informazioni sui tempi e sulle velocità rilevate

Il sistema RaceLink è composto da:

- On Board Unit (OBU), un apparato di piccole dimensioni, senza cavi o antenne esterne, che viene installato in modo semplicissimo sulle vetture tramite un velcro adesivo speciale (principali dati tecnici: ricevitore Gps SirfSTARIII 20 canali, Modulo Gprs quad-band classe 10, Batteria a ioni di litio con autonomia di 48 ore)

- Portale RaceLink, gestito da Next nel proprio datacenter, che raccoglie tutti i dati dalle OBU e consente l'accesso alle informazioni tramite link differenziati per Direzione Gara, pubblico, partecipanti, ecc.

Tutte le funzioni del portale sono fruibili tramite un qualunque personal computer dotato di un browser (Internet Explorer o Firefox consigliati) e una connessione a internet. Non sono richiesti apparati o infrastrutture dedicate da parte dell'organizzazione dell'evento.

Il portale può essere personalizzato per la corsa, inserendo immagini e loghi e linkandolo al sito internet ufficiale. E' anche possibile personalizzarlo completamente, utilizzando una impostazione grafica definita appositamente. Anche la grafica riportata sulla On Board Unit può essere completamente personalizzata.

Modalità operative:

Durante le verifiche tecniche pre gara verrà attaccato sul parabrezza un “velcro” necessario alla successiva installazione dell’'apparato, che avrà luogo nel corso dell'incolonnamento alla partenza.

All’'entrata in Riordino a Carpineti, l’'apparato verrà ritirato.
All’'uscita del Riordino a Carpineti, l’'apparato verrà reinstallato.
All’'arrivo a Reggio, l'’apparato sarà definitivamente ritirato.

L'’organizzazione del Rally Appennino Reggiano, ACI Service Reggio, tiene comunque ad evidenziare che la presenza del dispositivo non è altro che un aggiuntivo alle normali misure di sicurezza e non sostituisce in nulla l'ordinaria prassi comportamentale nel corso della gara, per cui tutti i doveri dei partecipanti devono essere rispettati specie nelle condizioni di emergenza (a titolo esemplificativo l’'esposizione della croce rossa in caso di richiesta medica).

Via | Ufficio stampa

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: