Peugeot: sconfitta con onore alla 24 Ore di Le Mans


Malgrado siano state in testa per circa 14 ore di gara, le Peugeot 908 HDI Fap® non hanno avuto lo stesso passo dell'Audi vincente di Capello/Kristensen/McNish sul bagnato della mattinata conclusiva della 24 Ore di Le Mans 2008. L'equipe francese può comunque consolarsi con due terzi del podio e prestazioni velocistiche sconosciute al resto dei concorrenti.

Dopo aver dominato le qualifiche, infatti, Stephane Sarrazin si è ripetuto in gara firmando un 102esimo giro chiuso in 3’19’’394 a 246,068 Km/h di media, ovvero a poco meno di un secondo dal giro record di Jackie Oliver di 3’18’’4, ottenuto nel 1971 con la Porsche 917 LH, quando non erano però presenti le chicane dell' Hunaudières.

E' per questo che nel Team Peugeot Sport, al di là del risultato finale, si respira comunque ottimismo nel futuro: "E' stata una bagarre eccezionalmente interessante e una corsa superba, appassionante. Niente può sostituire la corsa, in particolare qui a Le Mans, ma noi manchiamo di esperienza. E poi abbiamo avuto due avarie mai viste sulla 908: una batteria difettosa e un componente della scatola del cambio. Torneremo nel 2009 e d'altronde cominceremo a lavorare per la 24 Ore del prossimo anno già a partire da questo weekend", dice il direttore tecnico Bruno Famin.

"L'inizio è stato più facile perché la prima parte si è svolta sull'asciutto. Dopo, sotto la pioggia, non siamo riusciti a sfruttare le gomme come i nostri avversari. Insomma, anche se sono arrivato secondo avrei firmato per questo risultato prima di venire qui", conclude Marc Gené, sul podio insieme a Nicolas Minassian che analizza la gara del suo equipaggio: "Sapevamo che sarebbe stato difficile, ma non essere riusciti a vincere mi dispiace un po'. Bisogna però dire che i nostri rivali hanno fatto un lavoro eccellente. Fino alla fine abbiamo cercato d'attaccare per rimontare. Abbiamo tenuto le slick sotto la pioggia e dopo abbiamo lanciato la scommessa delle gimme da pioggia perché eravamo lontani e bisognava tentare qualcosa". Mastica amaro anche Jacques Villeneuve, che riconosce comunque i meriti degli uomini Audi: "Sono felice di essere sul podio, ma molto dispiaciuto di non aver vinto, che era il nostro obbiettivo. Ma i nostri avversari sono stati valorosi".

Anche gli altri due ex formulisti Franck Montagny e Christian Klien, terminati al terzo posto insieme a Ricardo Zonta, ammettono che l'esperienza a Le Mans è fondamentale: "Il bilancio è positivo e negativo allo stesso tempo, però sono contento di essere sul podio. E' stata una corsa molto combattuta, con condizioni difficili. Mancavamo un po' d'esperienza, ma ho vissuto dei grandi momenti questo weekend sulla Peugeot e mi sono divertito moltissimo". Gli fa eco il debuttante Klien: "E' stata una grande esperienza il mio debutto qui, in questa corsa mitica, e sono molto felice di essere sul podio al primo tentativo. Ci mancava un po' d'esperienza e abbiamo perduto tempo a causa di ciò".

Via | Peugeot Sport

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: