F1, Hamilton apprezza la gestione Whitmarsh alla Mclaren

Lewis Hamilton esprime valutazioni positive sull’intensa battaglia fra i due alfieri della McLaren che si è consumata in Bahrain negli scorsi giorni.

L’asso di Stevenage vede di buon occhio la gestione di Martin Whitmarsh, che rifiuta ogni gioco di squadra nel suo vecchio team, da cui è migrato alla Mercedes nella stagione agonistica 2013.

Mentre la scuderia della “stella” fa uso, quando serve, degli ordini di scuderia, questi sono banditi alla McLaren, producendo qualche volta uno spettacolo davvero gradevole per gli appassionati, che possono gustare il piacere di una lotta allo stato puro, senza freni inibitori.

A Sakhir è giunto un chiaro esempio di ciò, grazie alla sfida serrata e senza esclusione di colpi tra Jenson Button e Sergio Perez. Anche se una competizione interna così spinta può rivelarsi pericolosa per il risultato finale, Hamilton dice che e stato bello vedere i compagni di squadra liberi di gareggiare tra loro.

Il pilota anglocaraibico lo dice in modo molto chiaro su Planet F1: “I drivers della McLaren hanno prodotto una buona battaglia. Questo è un aspetto molto positivo di Martin, che permette ai suoi piloti di gareggiare. Lui si è sempre comportato così quando ero a Woking. Vedo con piacere che continua a farlo”.

Io credo – aggiunge Hamilton- che quando si riesce a lottare intensamente con il compagno di squadra il risultato non sia negativo. Siamo in Formula 1 per misurarci al top, compatibilmente coi mezzi a nostra disposizione. Dobbiamo solo ricordare che lavoriamo per un team, quindi dobbiamo stare attenti a non danneggiarne l’interesse superiore. Ci vuole senso di responsabilità, ma senza catene”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail