Il C.I. Turismo Endurance alla volta di Valencia


Una trasferta in terra spagnola attende nel prossimo week-end i protagonisti del Campionato Italiano Turismo Endurance. La nuova serie tricolore, varata da ACI-CSAI in collaborazione con il Gruppo Peroni Race, affronta infatti nel Circuito di Valencia il suo quinto round stagionale, un appuntamento che si preannuncia incandescente non solo per le temperature estive (+35°) previste nel fine settimana.

L’accesissimo duello al vertice tra Roberto Colciago (Seat Leon Turbo TSI FR – Seat Sport Italia) e Luca Cappellari (BMW M3 E92 3.2 – Duller Motorsport), divisi da sole 9 lunghezze in testa alla classifica, troverà infatti un delicatissimo atto in un’arena di grande prestigio e di altissimo contenuto tecnico. La terz’ultima tappa, che apre al rush finale del campionato alla ripresa solo il prossimo 28 settembre ad Adria, sarà sugli insidiosissimi 4.005 metri del tracciato spagnolo, una pista dove la sequenza di staccate ed i continui cambi di direzione (si contano ben 14 curve) rendono indispensabile l’ottimizzazione del set-up puntando soprattutto alla migliore trazione.

Il circuito meta abituale del Circus della MotoGP e dei test invernali della Formula 1, metterà perciò a dura prova le squadre nell’elaborazione delle migliori scelte tecniche offrendo uno spettacolo ulteriore alla sfida al vertice che accende il campionato e che a Valencia difficilmente rimarrà chiusa ai soli Colciago e Cappellari. Oltre ai due fuoriclasse della serie tricolore, è infatti determinato ad un risultato di prestigio anche il temibilissimo lotto di antagonisti, sempre più scatenati anche perché determinati al riscatto.

E’ il caso della coppia composta da Nicola Bianchet e Federico Della Volta (BMW M3 E46 3.2 – Duller Motorsport) che, dopo la vittoria in gara 2 al Mugello, avevano colto il successo di gara 1 a Magione prima di essere esclusi dalla classifica per un’irregolarità tecnica per poi guadagnare il secondo posto in gara 2. Stessa determinazione anche per il giovane sammarinese Andrea Crescentini (BMW M3 E46 3.2 – W&D Racing) che, sempre in gara 1 di Magione, aveva la vittoria in pugno prima di essere rallentato da uno Stop&Go e per il prestigioso duo Beppe Gabbiani – Piero Necchi (BMW M3 E46 3.2 – Racing&Classic) che puntano a dare un nuovo corso ad una stagione finora avara di soddisfazioni. Sicuri protagonisti assoluti anche Andrea Bacci, ottimo terzo e quarto a Magione al volante della nuovissima BMW M3 E92 4.0 (Autofficina Rally) condotta per la seconda volta in gara dopo il debutto al Mugello, Valentina Albanese (Seat Leon S2000 – Seat Sport Italia), sull’unica Super2000 in gara ed i velocissimi Roberto Sigala – Paolo Cutrera (RGA Sportmanship) ed Alessandro Sgarzi – Massimiliano Colombo (Wheels Racing), sulle BMW M3 E46 3.2.

A dare spettacolo nella classe 3.000 ci penserà come sempre il ricchissimo plotone di Leon Supercopa con Roberto Russo e Luca Trevisiol grandi protagonisti nella lotta al vertice del trofeo monomarca di Casa Seat. Nella stessa classe, però, dovranno vedersela con l’inossidabile Walter Meloni (BMW M3 E46 3.2 – W&D Racing) e con i fratelli Francesco e Michele Merendino (BMW M3 E46 3.2 – Wheels Racing), grandi protagonisti della scena formula tricolore negli anni ’90 e per la prima volta insieme nel Turismo Endurance.

Via | ACI Sport Italia

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: