Superstars: doppietta Audi a Valencia


La trasferta spagnola della Superstars sul circuito di Valencia non ha risparmiato spettacolo e colpi di scena. La sfida affrontata dalle berline V8 del campionato organizzato dalla FGSport si è infatti risolta solo nel corso della tornata conclusiva, con Gianni Morbidelli, al volante dell’argentea Audi RS4, riuscito a conquistare la vittoria, la terza della stagione, precedendo il compagno di squadra Giorgio Sanna e Roberto Papini, su una delle BMW M5 della Caal Racing.



Ma la classifica, come anticipato, è stata in realtà diversa fino alle battute conclusive. Al pronti-via, lanciato, Stefano Gabellini, sulla BMW 550i della Caal Racing, riusciva a sfruttare il potenziale della berlina tedesca portandosi al comando. Si formava un quartetto di piloti composto, oltre da Gabellini, da Morbidelli, che partiva dalla pole, Papini e Sanna. Il particolare circuito di Valencia, una sorta di “stadio” dei motori, metteva in evidenza le differenze tecniche fra Audi e BMW e i relativi stili di guida: le BMW, sia 550i che M5, si rivelavano più veloci in rettilineo mentre le Audi, grazie alla trazione integrale, si riscattavano nei tratti misti.

Alle loro spalle emerge la Zakspeed-Chrysler 300C SRT8 della Racing4You affidata a Davide Rigon: “bruciato” allo start da Mauro Cesari, su BMW M5 della Caal Racing, Rigon riesce a sopravanzare il rivale dopo due tornate cercando poi di accorciare il distacco dal gruppo che lo precede, concludendo la gara ai piedi del podio. Si tratta del miglior risultato ottenuto dalla Chrysler nel corso delle tre gare cui ha preso parte, dimostrando un costante miglioramento delle prestazioni e promettendo una ulteriore crescita grazie al continuo lavoro di sviluppo, soprattutto su peso e assetto, portato avanti dalla Racing4You.

La sfida per la leadership della gara si accende nel corso del settimo passaggio. Morbidelli, grazie alle diverse traiettorie che riesce a tenere in curva, affianca sul rettilineo Gabellini: i due transitano appaiati anche alla prima staccata ma in occasione della curva successiva Morbidelli riesce a completare l’attacco portandosi al comando. Nel giro precedente era stato invece Sanna che, approfittando anche di un lieve calo della BMW di Papini, era riuscito a portarsi in zona podio.

Quando la situazione sembra delineata arriva il colpo di scena conclusivo: Gabellini, nel corso dell’ultimo giro, è infatti costretto al ritiro a causa dello spegnimento della sua vettura, consentendo all’Audi di centrare una significativa doppietta e lanciando anche il suo compagno Papini sul podio. A completare le prime sei posizioni ci pensano Cesari e Stevo Goldstein (Audi RS4). La gara si chiude con un gesto di fair-play da parte di Morbidelli che, nel giro di rientro, si ferma per accompagnare Gabellini al parco chiuso. Costretta invece alla sola presentazione ufficiale la Chevrolet Lumina CR8 che, dopo i problemi accusati nel corso delle libere, ha rinviato a Varano il debutto ufficiale in gara.

La vittoria conquistata a Valencia consente a Morbidelli di allungare nel Campionato Italiano, mentre in seconda posizione sale Sanna che sopravanza di appena due lunghezze Gabellini. Proprio quest’ultimo sembrava lanciato a conquistare con una gara di anticipo il titolo del’International Series ma lo stop forzato dell’ultimo giro lascia aperta, anche se con poche chance per i rivali, la classifica della serie internazionale.

Qui i risultati.

Via | Superstars

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: