La McLaren percorre la strada dello sviluppo aggressivo

Martin Whitmarsh

La McLaren non sta attraversando un momento felice, almeno sotto il profilo della raccolta numerica. Le monoposto del team di Woking sono state sottoposte a corposi step evolutivi che, però, non si sono tradotti nei risultati sperati. Il bottino delle ultime due gare parla chiaro: gli alfieri del team anglo-tedesco hanno portato a casa solo cinque punti. Davvero pochi per chi desidera vincere il mondiale.

Ne è consapevole il direttore Martin Whitmarsh che, se da un lato ambisce alla svolta per Silverstone, dall'altro non nasconde i problemi: "Gestire le conseguenze dei risultati deludenti fa parte di quello che si deve fare quando ci si lancia in questo campionato. La nostra squadra esiste per vincere delle gare e quando non ci riusciamo siamo severi con noi stessi. Siamo consapevoli di essere stati al di sotto delle nostre possibilità negli ultimi tempi, ma nessuno può essere più critico di noi. Con Lewis e Heikki, siamo convinti di avere la combinazione giusta tra gioventù ed entusiasmo per andare a cercare le vittorie e batterci per il titolo".

Poi Whitmarsh aggiunge: "Hamilton e Kovalainen erano molto ottimisti dopo le prove private di Silverstone. Siamo stati particolarmente aggressivi nel nostro programma di crescita. Avevamo nuovi elementi aerodinamici per la Francia, ne abbiamo altri per la Gran Bretagna, ma ulteriori novità arriveranno per i prossimi GP. Il ritmo di sviluppo delle squadre di punta avrà un ruolo importante nella conquista del titolo". In altre parole vincerà chi sarà capace di correre meglio degli altri nell'evoluzione e nell'affinamento dei propri bolidi.

Via | F1-live.com

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: