GP Gran Bretagna: vince Lewis Hamilton, sbaglia la Ferrari

lewis hamilton

E' un vero disastro la gara di Silverstone della Ferrari. Gli uomini del "cavallino rampante", negli ultimi tempi, vanno in palla quando arriva la pioggia. Oggi se ne è avuta una dimostrazione lampante, con grande delusione per gli appassionati, che hanno assistito impotenti ad una prova di generosità verso i rivali. Alla fine ha vinto Lewis Hamilton, su McLaren, mentre ai signori in rosso resta l'amaro in bocca. Ma andiamo alla cronaca della gara.

Al via la pista è bagnata, in virtù della pioggia caduta fino a 20 minuti dallo start. Le previsioni danno al 100% la probabilità di precipitazioni nel corso del Gran Premio. Quando il semaforo diventa verde Lewis Hamilton scatta splendidamente, mettendo la sua McLaren alle spalle di quella del compagno di squadra Kovalainen, partito dalla pole. La Red Bull di Mark Webber, poco dopo, si gira in pieno rettilineo, ma la posizione favorevole assunta a fine testacoda lo protegge, evitandogli di essere travolto dalle altre monoposto. Raikkonen, con la Ferrari, è terzo, seguito da Heidfeld, Piquet ed Alonso.

Al settimo posto l'italiano Trulli, che precede Kubica, Glock e Barrichello. Massa, dopo aver rimontato tre posizioni, resta vittima di un testacoda, che lo relega in 17ma posizione, davanti a Webber. Nella linea di testa Hamilton prova ad attaccare Kovalainen, ma non riesce nell'intento. L'asfalto bagnato crea qualche momento di concitazione, che annuncia un Gran Premio ricco di colpi di scena. La F2008 di Massa continua a girarsi e passa all'ultimo posto, ad oltre 50 secondi dal vertice. Le cose vanno decisamente meglio a Kimi Raikkonen, che è sull'alettone posteriore della vettura di Hamilton. L'inglese del team di Woking riesce tuttavia a prendere fiato, scavalcando Kovalainen e guadagnando il comando della gara. Il sorpasso è vero, senza la complicità della squadra.

Più indietro Alonso prosegue la sua rimonta e non è molto lontano dal terzetto di testa. Hamilton incassa subito un piccolo margine su Raikkonen, ancora alle spalle delle due McLaren. Ma una sbavatura di Kovalainen consente al campione della Ferrari di guadagnare la seconda piazza. Le cose sembrano andare bene per il cavallino del finlandese. Il ritmo di Iceman è baldanzoso, come testimonia il giro più veloce realizzato nel corso di queste tornate. Pochi minuti dopo uno spettacolare incidente coinvolge Sutil, che si gira in pieno rettilineo, senza tuttavia provocare incidenti alle monoposto in transito.

La pioggia è in agguato, almeno secondo gli esperti. Se arriverà, i piloti saranno costretti a cambiare mescola. Al 18° passaggio Kovalainen, imitato poco dopo da Alonso, apre le danze dei pit-stop. Hamilton e Raikkonen li seguono a ruota, entrambi al 20° passaggio. Nonostante l'impegno degli uomini in rosso, Raikkonen non riesce a scavalcare Hamilton, che esce appena mezzo metro prima. Sembra che fra i due si preparino dei fuochi d'artificio, ma un grossolano errore ai box Ferrari costringe il finlandese a perdere vistosamente terreno. Mentre i rivali hanno montato coperture nuove, per lui gli strateghi optano per il mantenimento di quelle usate. Un tragico sbaglio che costringe il campione del mondo in carica a lasciare tantissimo margine al battistrada, che dal 20° al 25° passaggio gli rosica 15 preziosi secondi.

Intanto la pioggia cade sul circuito, anche se con scarsa intensità. Ma il calvario di Raikkonen prosegue, con perdita di posizioni. Al 32° passaggio i pensatori di Maranello decidono finalmente di richiamarlo ai box. In 9 giri sono stati persi 45 secondi. La gara è ormai irrimediabilmente compromessa. Hamilton continua a navigare in testa, con 28" di vantaggio su Heidfeld, 48" su Kovalainen e poco più su Kubica. Più indietro Alonso scivola in nona posizione. L'arrivo di dieci minuti di pioggia crea un grande scompiglio sul tracciato, con funambolismi di guida e tanti testacoda, che non risparmiano le due Ferrari. Qualcuno decide di rientrare ai box per montare le gomme heavy-rain. Fra questi c'è Rubens Barrichello che, grazie alla scelta, riesce a recuperare terreno a un ritmo impressionante (fino a 30" a giro).

Sorpasso dopo sorpasso il brasiliano si insedia alla spalle del capofila, prima di cedere la seconda posizione al rientro ai box, avvenuto a 13 passaggi alla fine. Quando l'acqua smette di riversarsi sul circuito i tempi fra le due mescole tornano a livellarsi. Raikkonen recupera un buon ritmo e, a 6 giri dalla bandiera a scacchi, sottrae ad Alondo la quarta piazza. Davanti a lui, nell'ordine, il vincitore Hamilton, Heidfeld e Barrichello. In testa al mondiale ci sono ora tre piloti: Hamilton, Raikkonen e Massa, tutti a 48 punti.

GP Gran Bretagna, classifica finale:

01. Hamilton McLaren-Mercedes (B) 1h39:09.440
02. Heidfeld BMW Sauber (B) + 1:08.500
03. Barrichello Honda (B) + 1:22.200
04. Raikkonen Ferrari (B) + 1 giro
05. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) + 1 giro
06. Alonso Renault (B) + 1 giro
07. Trulli Toyota (B) + 1 giro
08. Nakajima Williams-Toyota (B) + 1 giro
09. Rosberg Williams-Toyota (B) + 1 giro
10. Webber Red Bull-Renault (B) + 1 giro
11. Bourdais Toro Rosso-Ferrari (B) + 1 giro
12. Glock Toyota (B) + 1 giro
13. Massa Ferrari (B) + 2 giri

Classifica Mondiale Piloti:

01 Felipe Massa (Ferrari) 48
02 Lewis Hamilton (McLaren) 48
03 Kimi Raikkonen (Ferrari) 48
04 Robert Kubica (BMW-Sauber) 46
05 Nick Heidfeld (BMW-Sauber) 36
06 Heikki Kovalainen (McLaren) 24
07 Jarno Trulli (Toyota) 20
08 Mark Webber (Red Bull) 18
09 Fernando Alonso (Renault) 13
10 Rubens Barrichello (Honda) 11
11 Nico Rosberg (Williams) 8
12 Kazuki Nakajima (Williams) 8
13 David Coulthard (Red Bull) 6
14 Timo Glock (Toyota) 5
15 Sebastien Vettel (Toro Rosso) 5
16 Jenson Button (Honda) 3
17 Nelsinho Piquet Jr (Renault) 2
18 Sebastien Bourdais (Toro Rosso) 2
19 Adrian Sutil (Force India) 0
20 Anthony Davidson (Super Aguri) 0
21 Giancarlo Fisichella (Force India) 0
22 Takuma Sato (Super Aguri) 0

Classifica Mondiale Costruttori:

01 Ferrari 96
02 BMW-Sauber 82
03 McLaren 72
04 Toyota 25
05 Red Bull 24
06 Williams 16
07 Renault 15
08 Honda 14
09 Toro Rosso 7
10 Force India 0
11 Super Aguri 0

  • shares
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina: