Alms: a Lime Rock vince Brabham su Acura

acura

Il poleman David Brabham si è confermato in gara, regalando all'Acura la prima affermazione assoluta in Alms. Nella combattuta sfida di Lime Rock la vettura nipponica ha tratto giovamento dagli errori strategici e di guida che hanno investito la squadra Audi. Se non fosse stato per questi sbagli, l'albo d'oro della corsa avrebbe potuto prendere una piega diversa. In ogni caso Brabham e Sharp hanno meritato pienamente il successo, avendo condotto brillantemente la loro auto per tutto l'arco della maratona.

Alle spalle dei due sono giunte le Porsche RS Spyder di Penske, gestite con taglio battagliero da Romain Dumas-Timo Bernhard e da Patrick Long-Sascha Maassen, anche loro con 168 giri all'attivo. Quarta l'Audi R10 di Lucas Luhr e Marco Werner, staccata di una tornata rispetto ai migliori. In GT1 il successo è andato alla Corvette di Jan Magnussen e Johnny O’Connell, mentre in GT2 le Porsche Rsr di Jörg Bergmeister-Wolf Henzler e di Richard Westbrook-Dirk Werner hanno tenuto dietro la Ferrari F430 del team Risi.

La "rossa" condotta da Mika Salo e Jaime Melozard è rimasta vittima di alcuni imprevisti, come la foratura di una gomma che ha fatto perdere tempo prezioso all'equipaggio. Ma torniamo alle categorie maggiori. Nei primi minuti di gara Pirro riesce a portarsi in testa, seguito dal compagno di scuderia Luhr. Le Acura occupano i posti di rincalzo. La situazione si manterrà abbastanza stabile fino alla prima tornata di pit-stop. Gli uomini della casa dei "Quattro anelli" sentono profumo di doppietta, ma le soste ai box sconvolgono i lori piani strategici.

L'incidente tra Capello e un'Aston Martin e l'uscita di pista di Werner compromettono il risultato della casa tedesca, dando luogo al primo periodo di caution. Al comando si insediano quattro Porsche, seguite dalle Acura, che ingaggiano una lotta serrata di un'ora e 45 minuti. La Rs Spyder di Maassen scivola in sesta posizione per un errore di guida. Pochi minuti dopo c'è un contatto che coinvolge la vettura gemella di Dyson, terza fino a quel momento. Prima dell'ultima caution, Brabham scavalca con la sua Acura la Porsche di Leitzinger, guadagnando la seconda piazza. Davanti a lui il solo Bernhard. Tra i due è lotta serrata; pochi millimetri separano i prototipi da loro condotti. Il sorpasso giunge a un soffio dalla fine, con l'australiano che taglia per primo la linea del traguardo.

01. (1) Scott Sharp, Jupiter, FL; David Brabham, Australia; Acura ARX-01B (1, P2), 168.

02. (5) Romain Dumas, France; Timo Bernhard, Germany; Porsche RS Spyder (2, P2), 168.

03. (3) Patrick Long, Oak Park, CA; Sascha Maassen, Germany; Porsche RS Spyder (3, P2), 168.

04. (8) Lucas Luhr, Germany; Marco Werner, Germany; Audi AG R10/TDI (1, P1), 167.

05. (5) Luis Diaz, Mexico; Adrian Fernandez, Mexico; Acura ARX-01B (4, P2), 166.

06. (24) Marco Andretti, Nazareth, PA; Franck Montagny, Brignoles France; Acura ARX-01B (5, P2), 165.

07. (6) Marino Franchitti, Scotland; Butch Leitzinger, State College, PA; Porsche RS Spyder (6, P2), 164.

08. (12) Jan Magnussen, Denmark; Johnny O'Connell, Flowery Branch, GA; Corvette C6.R (1, GT1), 157.

09. (16) Jörg Bergmeister, Germany; Wolf Henzler, Germany; Porsche 911 GT3 RSR (1, GT2), 154.

10. (25) Jon Field, Dublin, OH; Clint Field, Dublin, OH; Richard Berry, Evergreen, CO; Lola B06/10 AER (2, P1), 154.

11. (13) Richard Westbrook, England; Dirk Werner, Germany; Porsche 911 GT3 RSR (2, GT2), 153.

12. (14) Mika Salo, Finland; Jaime Melo, Brazil; Ferrari F430 GT (3, GT2), 153.

13. (15) Dominik Farnbacher, Germany; Dirk Mueller, Germany; Ferrari F430 GT (4, GT2), 152.

14. (2) Simon Pagenaud, France; Gil de Ferran, Brazil; Acura ARX-01B (7, P2), 151.

15. (18) Tom Sutherland, Los Gatos, CA; Tom Milner, Leesburg, VA; Panoz Esperante Ford (5, GT2), 150.

16. (11) Oliver Gavin, England; Olivier Beretta, Monaco; Corvette C6.R (2, GT1), 146.

17. (19) Patrick Friesacher, Austria; Harrison Brix, San Jose, CA; Ferrari F430 GT (6, GT2), 145.

18. (17) Patrick Pilet, France; Johannes van Overbeek, San Francisco, CA; Porsche 911 GT3 RSR (7, GT2), 144.

19. (22) Tim Pappas, Boston, MA; Anthony Lazzaro, Acworth, GA; Doran Ford GT-R (8, GT2), 142.

20. (27) Jim Tafel, Alpharetta, GA; Alex Figge, Hollywood, CA; Ferrari F430 GT (9, GT2), 142.

21. (7) Emanuele Pirro, Italy; Rinaldo Capello, Italy; Audi AG R10/TDI (3, P1), 137.

22. (23) Joel Feinberg, Ft. Lauderdale, FL; Chris Hall, Daytona, FL; Dodge Viper Comp Coupe (10, GT2), 107.

23. (9) Chris Dyson, Pleasant Valley, NY; Guy Smith, England; Porsche RS Spyder (8, P2), 94, Accident.

24. (20) Seth Neiman, Burlingame, CA; Darren Law, Phoenix, AZ; Porsche 911 GT3 RSR (11, GT2), 81, Accident.

25. (10) Gerardo Bonilla, Orlando, FL; Ben Devlin, England; Lola B07 46 Mazda (9, P2), 74.

26. (26) Terry Borcheller, Vero Beach, FL; Chapman Ducote, Miami, FL; Aston Martin DBR9 (3, GT1), 61, Accident.

27. (21) Paul Drayson, London, UK; Jonny Cocker, UK; Aston Martin Vantage (12, GT2), 24, Throttle Linkage.

Via | Racingworld.it

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: