F1, Renault: "La situazione non è solo colpa della macchina"

fernando alonso

Spesso la stampa ha parlato del malcontento dei piloti (leggasi Fernando Alonso, ndr.) per il comportamento della monoposto Renault che disputa la stagione in corso. Ma, dopo aver digerito passivamente le critiche, adesso il team francese passa al contrattacco, manifestando delle perplessità sul rendimento dei suoi alfieri, chiamati anche loro a progredire.

Lo dice senza mezzi termini Steve Nielsen, manager della Régie: "Nella seconda parte della stagione dovremo migliorare tutti, la squadra come i piloti. Spero che tutti abbiano capito come crescere dopo gli errori della prima metà dell'anno".

E' evidente che la settima piazza nella classifica costruttori non è un risultato congruo al potenziale della squadra. L'obiettivo è il quarto posto: "Sinora abbiamo avuto delle possibilità, ma ce le siamo lasciate sfuggire. Dobbiamo commettere meno sbagli perché sappiamo che dovremmo stare in quella posizione. Abbiamo commesso errori di pilotaggio e tattici. Speriamo solo una cosa: che tutto migliori d'ora in avanti". I portacolori sono avvisati: dovranno dare un supplemento d'apporto, per non deludere lo stato maggiore dell'azienda d'oltralpe.

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: