Stefano Domenicali: "primi ma non soddisfatti"

Domenicali fa il punto della situazione
Silverstone è ormai passato, ma in Casa Ferrari non si dimentica tanto facilmente gli errori, specie se sono seguiti dalle rimostranze dello stesso Luca Cordero Di Montezemolo come dopo l'ultimo GP di Inghilterra.

E l'uomo che ha ereditato la gestione sportiva del Cavallino da Jean Todt, Stefano Domenicali, lo sa bene, così come sa che il suo è un ruolo non facile, fatto di elogi quando si vince, ma anche pronto a subire pesanti critiche quando le cose vanno male. Ma nonostante un GP da dimenticare più che da archiviare, Stefano è ottimista per il futuro.

Esattamente come hanno detto di esserlo i suoi due piloti, Kimi Raikkonen e Felipa Massa, ma allo stesso tempo non nasconde che la Ferrari avrebbe potuto ottenere di più. "Abbiamo analizzato tutte le situazioni, concludendo che dobbiamo essere ancora più attenti a ogni singolo dettaglio".

Pensiero che da eco a quello detto il giorno prima ai microfoni di Sky: "Massa e Raikkonen sono in testa al mondiale con Hamilton, e siamo in vetta al mondiale costruttori; nonostante ciò vogliamo sempre migliorarci. La prima parte di stagione è positiva ma è chiaro che non siamo mai contenti.

Analizzando le singole gare che abbiamo disputato ci rendiamo conto che non abbiamo sfruttato tutte le occasioni. C'è sempre voglia di pensare che possiamo fare meglio. Il mondiale? Credo che sarà un campionato molto tirato, ancora di più in Germania".

E proprio qui ad Hockeneim il Cavallino ha conquistato la doppietta con Michael Schumacher e Felipe Massa (Kimi Raikkonen arrivò 3°) due anni fa. "Inutile dire che ci auguriamo di ripeterci in questo weekend. In termini tecnici, dopo che Kimi ha utilizzato il bonus per la sostituzione del motore senza penalità.

In misura precauzionale al passato Gran Premio di Gran Bretagna, i due piloti della Rossa ne utilizzeranno due diversi, visto che Felipe utilizzerà un nuovo propulsore in questa gara. Questo comunque non avrà effetti sul modo di lavorare della squadra".

via | Gazzetta

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: