Trofeo Rally Asfalto: Silva al comando dell'Oltrepò

silva

Per Marco Silva e Giovanni Pina il Beta Rally Oltrepò inizia al meglio, segnalandosi i più veloci sui 5,250 chilometri della prima Prova Speciale. L’aveva annunciato che avrebbe attaccato sin dai primi metri della gara e l’equipaggio comasco della Giesse Promotion lo ha fatto regalando uno show unico a bordo della Peugeot 307 Wrc, conquistando il folto pubblico sistemato sulle tribune del Motodromo di Castelletto di Branduzzo.

Lungo il toboga asfaltato pavese Silva e Pina hanno sopravanzato di cinque decimi Matteo Musti e Flavio Zanella che, pilotando l’altra Peugeot 307 Wrc in gara per i colori della Alberto Alberti, hanno raccolto applausi dagli appassionati pavesi che
attendono il giovane tra i protagonisti sulle strade di casa. Musti ha guidato in modo pulito, badando a trarre l’essenza delle prestazioni della sua vettura, riuscendo così a superare di un niente Massimo Brega.

Uno a zero e palla al centro si direbbe in termini calcistici, per la sfida tra i due conterranei ed idoli locali a dividere la tifoseria. Al contrario del giovane compagno di squadra, l’esperto Brega, correndo in coppia con Mario Perduca, ha dato spazio anche allo spettacolo, intraversando di potenza più volte la Peugeot 206 Wrc pagando in quei frangenti i pochi decimi di secondo che lo tengono in terza piazza.

E’ ancora contenuto entro il secondo il ritardo dal primo in classifica, quello rimediato al termine della prova da Paolo Porro. Il giovane comasco, affiancato da Paolo Cargnelutti sulla Ford Focus Wrc, ha espletato il compito al meglio, senza strafare e guidando pulito, tagliando il traguardo con il quarto rilievo cronometrico, precedendo gli ottimi Bernardelli e Milanesi, quinti assoluti con la Grand Punto Abarth, primi di classe Super 2000, che a loro volta si sono permessi il lusso di star davanti a Felice Re e Mara Bariani, sesti a quattro secondi con la Citroen Xsara Errepi Racing.

Seguono poi Sottile, all’esordio con al focus della Errepi Racing, quindi Canobbio con la Subaru Impreza Wrc Procar e Roberto Botta, autore di un mezzo testacoda con relativa perdita di tempo con la Subaru Impreza Aimont Racing. Primo tra le Super 1600 con la Renault Clio è Catterina; Bulgarini guida il Gruppo N con la Mitsubishi Lancer, precedendo Di Benedetto; il trentino apre le danze della Classe R3 ed in contemporanea anche la graduatoria tra gli iscritti del Trofeo Rally Clio R3; mentre
Crugnola con la Renault Clio conduce tra le due ruote motrici Gruppo N e nell’under 3 e Consigli non perde occasione per segnalarsi il più veloce nel Trofeo API-IP Oro Diesel, che si corre con le Fiat Grande Punto Multijet e gasolio.

Hanno trovato terreno adatto per dare andare di traverso le vetture della Classe GT, soprattutto la Porsche 911 GT3 RS di Patuzzo, precedendo di una ventina di secondi la Ford Mustang di Ravaglioli.

Oggi la gara entra nel vivo.

Classifica della prima prova speciale:

01. Silva – Pina (Peugeot 307 Wrc) in 4’05”
02. Musti – Zanella (Peugeot 307 Wrc) a 0”5
03. Brega – Perduca (Peugeot 206 Wrc) a 0”7
04. Porro – Cargnelutti (Ford Focus Wrc) a 0”9
05. Bernardelli – Milanesi (Fiat Grand Punto Abarth) a 4”3
06. Re – Bariani (Citroen Xsara Wrc) a 4”6
07. Sottile – Gorni (Ford Focus Wrc) a 6”
08. Canobbio – Zonca (Subaru Impreza Wrc) a 8”6
09. Tagliani – Pericotti (Peugeot 206 Wrc) a 9”7
10. Botta – Capolongo (Subaru Impreza Wrc) a 12”2

Via | Ufficio Stampa Aci Sport

  • shares
  • Mail