F1, McLaren-Mercedes: intesa con sospetti nel 2014

Il passaggio della McLaren ai propulsori Honda nel 2015 genera qualche preoccupazione in casa Mercedes.

A farsi portavoce del disagio è Toto Wolff, che si esprime così sulle pagine di Motorsport: “Fornire i nostri motori nel 2014, con questa situazione, non è il massimo del godimento”.

Il timore degli uomini della stella è che la casa nipponica possa giovarsi di preziose informazioni in vista del nuovo sbarco in Formula 1. Del resto, non si può pensare che la Mercedes resti abbottonata su tutti i fronti nella prossima stagione agonistica, perché la collaborazione con la McLaren impone comunque uno scambio di informazioni.

Wolff, però, si affida alla serietà del team di Woking: “Sono fiducioso che la McLaren si atterrà alle regole del contratto, senza condividere i dati sui nostri V6 sovralimentati da 1.6 litri”. Sarà così? Difficile dirlo, a voi il giudizio.

Ricordiamo che la Honda ha lasciato il Circus nel 2008, dopo aver raccolto scarsi risultati come costruttore, anche se per uno strano gioco del destino l’anno dopo l’uscita di scena la squadra che ne rilevò il pacchetto andò a vincere entrambi i titoli come Brawn GP.

Per molti mesi si è parlato di un possibile ritorno della Honda nel mondo dei Gran Premi. Ora la prospettiva è concreta, riproponendo un sodalizio che ha avuto grande successo alla fine degli anni Ottanta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail