F1, Vettel non immagina un matrimonio eterno con la Red Bull

Sebastian Vettel non immagina una carriera troppo lunga in Formula 1 e non pensa che il matrimonio con la Red Bull possa essere eterno.

Il campione del mondo in carica sta inseguendo il suo quarto titolo piloti consecutivo in questa stagione. Al momento è sulla buona strada per riuscire nell’impresa, dal momento che dispone di 21 punti di vantaggio su Kimi Raikkonen.

Come sottolinea il sito di Planet F1, se il tedesco farà suo l’obiettivo diventerà il quarto driver ad aver raggiunto tanta gloria, all’avanzamento anagrafico più basso di tutti. Poi l’obiettivo potrebbe diventare il raggiungimento dei traguardi iridati di Juan Manuel Fangio e Michael Schumacher.

Ammesso che ci riesca, è difficile a questo punto della sua carriera capire se il traguardo verrà raggiunto con la Red Bull o con un’altra monoposto. Ecco le parole di Vettel su Motorsport-Total, riprese da Planet F1: “Forse non guiderò più fra cinque anni o forse sarò in un’altra squadra, perché potrei avvertire in modo più forte il desiderio di una sfida diversa”.

Tutto –dice l’asso di Heppenheim- si evolve nel corso degli anni, cambiando l’ordine delle priorità. In questo momento mi trovo molto bene nel mio team e non riesco ad immaginare di trovarmi in qualche altro posto. La macchina è veloce, la squadra è buona. Attualmente non vedo alcun motivo per andare, ma questo non significa che rimarrò per sempre”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail