F1, Vettel: "Un sodalizio con Raikkonen alla Red Bull è poco realistico"

Una delle voci che circolano nel paddock è quella di un possibile approdo di Kimi Raikkonen alla Red Bull, come compagno di squadra di Sebastian Vettel a partire dall’anno prossimo.

Il campione del mondo in carica pensa però che questa ipotesi non sia al momento realistica. Come ricorda il sito di Motorsport, il team di Woking non ha escluso la prospettiva di sostituire Mark Webber, aprendo le porte al probabile arrivo di Raikkonen, il cui contratto in scadenza con la Lotus non è stato ancora rinnovato.

Interpellato sulla vicenda, ecco come Vettel ha risposto ai giornalisti di Welt am Sonntag: “Non so quanto si regga in piedi l’ipotesi, che trovo un po’ campata in aria. Io mi comprendo bene con Kimi, ma l’idea che siamo dei grandi amici, letta a più riprese sulla stampa, è obiettivamente esagerata. Ci vediamo alle corse, se il tempo lo permette. Siamo onesti fra noi, ma il nostro non è certo un idillio. I veri amici noi piloti non li troviamo in Formula 1”.

Christian Horner, intanto, evita di sbilanciarsi sul futuro di Webber. Del resto, a questo punto della stagione, sarebbe prematuro farlo.

Il boss della Red Bull si limiterà ad osservare il prosieguo di stagione del pilota australiano, per capire cosa fare in futuro. E’ chiaro, però, che i prossimi appuntamenti agonistici saranno importanti per Mark, che coltiva la speranza di rimanere nel team di Milton Keynes.

Purtroppo la statistica non lo premia rispetto al compagno di squadra Sebastian Vettel, che ha fatto meglio su tutti i fronti in questo primo scorcio di campionato.

  • shares
  • Mail