F1, Williams: la priorità è la FW35, non la monoposto 2014

Xevi Pujolar, capo ingegnere in gara della Williams, dice che la priorità del team di Grove è quella di sistemare la vettura di quest’anno, prima di concentrare le attenzioni su quella del prossimo.

Questo è quanto il tecnico riferisce sulle pagine di Autosport, sciogliendo il nodo del difficile bilanciamento degli sforzi tra la stagione attuale e la prossima che, per i suoi cambiamenti regolamentari, imporrà un lavoro anticipato sulla monoposto 2014.

Come ricorda lo stesso spazio web, il team di Grove ha avuto un avvio di campionato difficile, non avendo segnato punti nelle prime sei gare, facendo peggio dello scorso anno, quando il cammino non fu proprio brillante.

Ora bisogna scegliere come distribuire le attenzioni fra presente e futuro. Questo il parere di Pujolar: “La prima priorità è quella di capire la vettura di quest'anno, altrimenti come fai a sapere che cosa funzionerà il prossimo anno? Quindi al momento puntiamo la nostra attenzione sulla FW35. Il cammino di crescita non sarà improvviso, ma graduale. Speriamo però che ci sia pure qualche salto di portata maggiore. Penso che stiamo facendo dei progressi”.

Ricordiamo che con la “vecchia” FW34 la Williams giunse ottava nella classifica finale del Campionato Costruttori 2012. Il risultato non descrive perfettamente il potenziale di quella monoposto e i progressi compiuti nell’arco della stagione, ma può succedere.

Il team di Grove, con la creatura dello scorso anno, ha recuperato l’emozione del successo, grazie al primo posto di Pastor Maldona-do nel Gran Premio di Spagna di Formula 1. Prima di allora un grande digiuno, che durava dal 2004, quando la scuderia inglese era salita per l’ultima volta sul gradino più alto del podio.

Per il 2013 Frank Williams e soci speravano in una stagione più luminosa, ma le cose non sono andate nel modo sperato. Almeno fino ad oggi. Ora si spera in un recupero della FW35 che, pur essendo nata da un grande lavoro di affinamento generale, rispetto alla vettura dello scorso anno, non ha prodotto i suoi frutti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail