GP Canada F1 2013: due zone DRS a Montreal

Si avvicina a ritmo spedito l’appuntamento con il Gran Premio del Canada di Formula 1, settima tappa del cammino iridato 2013.

Ad ospitare la gara sarà la pista di Montreal, incorniciata da uno scenario ambientale suggestivo come pochi altri. Il tracciato si trova sull'isola artificiale di Notre Dame ed è veloce e scorrevole, ma anche tortuoso e cinico come tutti i circuiti cittadini.

Intitolato al mitico Gilles Villeneuve, si caratterizza per l'assenza di vie di fuga. Frequenti, in passato, le incursioni della safety car, per agevolare la rimozione delle vetture in "sosta" pericolosa. La sua natura particolare riserva sempre delle sorprese. All'ingresso del rettifilo finale c'è un muretto con la scritta "Benvenuti in Quebec": tanti piloti l'hanno vista molto da vicino!

Dopo la singola zona dello scorso anno, nel 2013 la Fia ha concesso due settori dove si potrà fare uso del DRS. Non sono però gli stessi del 2011, perché questa volta l’organo di governo del motorsport ha optato per due nuovi punti destinati all’attivazione: il primo si trova nel rettilineo del Casinò, l’altro in quello del traguardo. Entrambe le zone sono più brevi di quelle usate in passato, per rendere un po’ più difficili i sorpassi.

Presto scopriremo gli effetti della scelta, in una gara che si annuncia interessante. Ricordiamo che i protagonisti del Circus sbarcano oltreoceano dopo la sfida di Monaco, vinta dal tedesco Nico Rosberg, che ha portato la sua Mercedes sul gradino più alto del podio nell'appuntamento del Principato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail