F1. la FIA apre un procedimento sulla vicenda Pirelli-Mercedes

Le giustificazioni di Mercedes e Pirelli non hanno convinto i responsabili della FIA. La Federazione Internazionale ha infatti aperto un fascicolo per determinare la liceità del test organizzato da Mercedes e Pirelli, stralciando inoltre la posizione di Ferrari.

2013_pirelli_tyres

I giudici della FIA stabiliranno se il test organizzato da Mercedes e Pirelli abbia violato o meno il regolamento sportivo. Lo rivelano gli stessi responsabili della Federazione attraverso una nota, in cui viene inoltre espressa la non colpevolezza di Ferrari: l’utilizzo della monoposto 2011 viene infatti giudicato regolare e non comporta quindi alcuna sanzione. La posizione del team Mercedes è invece più delicata. La FIA affiderà l’epilogo della vicenda al tribunale internazionale, che dovrà giudicare su un episodio ampiamente dibattuto: dal 15 al 17 maggio Lewis Hamilton e Nico Rosberg hanno infatti svolto alcuni test a bordo della monoposto 2013, contravvenendo a quanto prevede il regolamento.

La vicenda si è scatenata ormai due settimane fa, durante il GP di Monaco. Ferrari e Red Bull hanno subito protestato in modo decisamente energico, convinte della non liceità di un test alquanto sospetto, obbligando Pirelli ad imbastire una linea difensiva in verità poco convincente: l’azienda milanese sostiene infatti che il test non abbia favorito o svantaggiato nessun team. “L'utilizzo della monoposto è stato determinato da una comunicazione diretta fra la FIA e la stessa scuderia. Pirelli non ne ha in alcun modo sollecitato l’impiego” ha ribattuto l'azienda milanese.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail