F1: Hamilton è ancora preoccupato dal decadimento dei pneumatici

Il rapido e prematuro decadimento dei pneumatici non lascia tranquillo Lewis Hamilton. "Dobbiamo intervenire con decisione per evitare il riproporsi dei medesimi guai capitatici nel GP di Spagna" il suo monito, sui cui - ahi lui - concorda pure Toto Wolff.

2013_lewis_hamilton

“La pista di Monaco è una fra le poche a non stressare eccessivamente i pneumatici”. Hamilton lo precisa a chiare lettere, ponendo nuovamente l’accento sul reale problema finora riscontrato dalle Mercedes FW104: la rapida usura dei pneumatici. “Con abilità ed attenzione si può ovviare al problema – spiega l’ex campione del mondo –. Tuttavia continueremo a soffrire dei guai capitatici a Barcellona se non interverremo in maniera radicale”. Lewis Hamilton spende poi alcune battute per commentare la situazione all’interno del team.

“L’atmosfera è fantastica – commenta –. Tutti stiamo lavorando con impegno e determinazione per rendere ancora più incisive le prestazioni delle monoposto”. Le preoccupazioni di Hamilton vengono – ahi lui – espresse anche da Toto Wolff, responsabile di Responsabile Mercedes F1, secondo cui la vittoria di Monaco potrebbe rappresentare un unicum. “Il weekend di Monaco è stato per certi versi fantastico, ma dobbiamo comunque restare umili e mantenere i piedi per terra – il suo punto di vista, raccolto da PlanetF1 –. La gara di Montreal fornirà un più reale spaccato delle nostre performance”.

Il comportamento dei pneumatici non rappresenta l’unico attuale tormento dei responsabili Mercedes. La FIA ha infatti aperto un’inchiesta per valutare la liceità dei test organizzati con Pirelli, operazione che potrebbe concludersi con una severa punizione.

  • shares
  • Mail