F1, Lotus crede che a Silverstone ritroverà lo smalto

La Lotus spera che il Gran Premio del Canada di Formula 1 sia stato un caso isolato, una specie di one-off agonistico.

Dalla parti di Enstone sono fiduciosi sulla possibilità che le loro monoposto recuperino il ritmo migliore a Silverstone, dopo aver faticato parecchio sul circuito di Montreal, dedicato a Gilles Villeneuve. Nel confronto dell’isola di Notre Dame il risultato finale è stato scadente per la squadra inglese, che ha chiuso al nono posto con Kimi Raikkonen e al tredicesimo con Romain Grosjean.

Eric Boullier è convinto che le cose torneranno come prima già in Gran Bretagna, come emerge dalle sue parole pubblicate riportate da Planet F1: “Lo nostra prestazione sottotono in Canada è stata il frutto di una convergenza sfavorevole di fattori, come le gomme e la configurazione del tracciato, che hanno determinato una performance deludente”.

Guardando il ritmo di gara –prosegue il team principal della Lotus- siamo stati più lenti di 1.5 secondi rispetto ai diretti rivali. Non si perde tanto terreno nell’arco di una sola gara. Evidentemente qualcosa è andato storto”.

Adesso si guarda al futuro: “Per Silverstone –conclude Boullier- abbiamo alcuni buoni sviluppi in arrivo, che dovrebbero aiutarci a tornare nei piani alti, chiudendo il gap dalla linea di testa. Su una pista normale dovremmo essere in grado di ottenere il meglio dalla nostra auto. Non è vero che abbiamo rallentato le nostre attenzioni sulla macchina, come alcuni, con un pizzico di malizia, vorrebbero far credere. Anche se abbiamo perso terreno, non ci siamo rilassati. Stiamo lavorando sodo. Sappiamo di avere una monoposto competitiva e una squadra all’altezza. Presto raccoglieremo i frutti del nostro impegno”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail