Caso test Mercedes-Pirelli: Charlie Whiting nella bufera, è addio?

Il via libera alla prova di Barcellona potrebbe costare il posto al direttore di corsa: Ascanelli potrebbe sostituirlo

Il primo a pagare per il ‘test gate’ potrebbe essere Charlie Whiting. Il direttore di gara della Formula 1 è finito nella bufera, perché avrebbe dato lui il via libera alla Mercedes per effettuare gli ormai famosi test contestati di Barcellona. Secondo i quotidiani tedeschi, infatti, Jean Todt è infuriato per questo comportamento e sarebbe intenzionato a cambiare, promuovendo Giorgio Ascanelli, ex Ferrari e Toro Rosso.

Secondo le indiscrezioni, attualmente non ancora confermate, Whiting avrebbe dato l’ok per le prove direttamente in un colloquio telefonico con Ross Brown. Il numero uno della Fia attenderà, ovviamente, il processo, in cui verranno rivelate tutte le carte, poi potrebbe prendere questa drastica decisione, anche se molte scuderie non sarebbero d’accordo sull’effettuare questo avvicendamento.

Ormai la vicenda è molto nota. Tra il 15 ed il 17 maggio scorso, la scuderia tedesca ha effettuato dei test Pirelli sul circuito di Barcellona, utilizzando la vettura 2013 e quindi contravvenendo il regolamento. Ferrari e Red Bull hanno presentato reclamo ufficiale, appena venuto alla luce il fatto, e la FIA ha aperto un caso, che verrà discusso il prossimo 20 giugno presso il Tribunale Internazionale a Parigi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail