F1, Boullier: Lotus reagirà

Due gare negative rappresentano la prova provata di una flessione? Eric Boullier smentisce con vigore i critici, e dà loro appuntamento a Silverstone. Abbiamo perso qualche decimo - il commento del team principal Lotus -, ma nuove modifiche ci permetteranno di recuperare terreno.

2013_kimi_raikkonen

Eric Boullier vuole smentire il detto secondo cui due indizi rappresentano una prova. Il team principal della scuderia Lotus è infatti convinto che lui ed i suoi colleghi sapranno reagire al periodo di appannamento vissuto nelle ultime due gare, concluse da Kimi Raikkonen in 10° e 9° posizione e da Romain Grosjean con un ritiro ed in 13° posizione. “Abbiamo perso terreno dai piloti di vertice – il suo commento –. Per questa ragione dobbiamo lavorare con maggior intensità e ritrovare quei decimi che ci sono sfuggiti, perché l’auto ed il team restano competitivi. Non c’è alcuna ragione per cui non torneremo a lottare per il podio”.

“Non abbiamo conquistato cinque podi nelle prime cinque gare solo per combinazione. Li abbiamo conquistati perché il pacchetto si è rivelato competitivo – prosegue Boullier, intervistato da PlanetF1 –. Possiamo avere qualche difficoltà in determinate piste, ma lo sappiamo e sappiamo anche do dover lavorare per evitare che questi problemi si ripresentino”. “Ci manca ancora qualcosina per essere davvero competitivi, ma abbiamo alcune interessanti migliorie per Silverstone. Siamo fiduciosi” conclude il manager.

  • shares
  • Mail