CIR, Andreucci comanda la prima tappa del Costa Smeralda

andreucci

Come da pronostico, la prima tappa del 27° Rally Costa Smeralda Sardegna, si è rivelata molto difficile ed impegnativa. Fin da subito gli sterrati della Baronia hanno messo a dura prova macchine e piloti che, oltre a dover affrontare le insidie di un percorso molto impegnativo, hanno dovuto combattere con una calura “africana”.

Paolo Andreucci e Anna Andreussi hanno subito sferrato un deciso attacco e, assecondati alla perfezione dalla Mitsubishi Lancer, si sono portati al comando con un buon margine di vantaggio sui diretti avversari. A conferma del momento di gran forma, il garfagnino ha vinto tre delle quattro prove speciali della giornata, lasciando a Luca Cantamessa e Piercarlo Capolongo la vittoria parziale sulla terza prova della tappa.

Proprio l’astigiano, insieme al tedesco Uve Nittel, è stato il principale avversario del capoclassifica. Una foratura sull’ultimo tratto cronometrato ha costretto il pilota della Mitsubishi di Nocentini a fermarsi per sostituire il pneumatico, lasciando sul percorso oltre ai tre minuti anche la terza posizione in classifica.

Gara in crescendo quella del leader provvisorio del Campionato Italiano Luca Rossetti, che ha affrontato con la giusta cautela le prime prove della giornata. Solo nel finale ha attaccato con la sua Peugeot 207 S2000, sopravanzando il tedesco Nittel, autore di un’ottima prima parte di Costa con la Mitsubishi Lancer.

Sulla stessa lunghezza d’onda la gara del cesenate Navarra che, dopo un inizio guardingo, ha portato la sua Abarth Grande Punto S2000 in quarta posizione assoluta grazie all’ottimo parziale ottenuto nell’ultima prova di giornata, quando, nonostante una foratura a due chilometri dalla fine, ha ottenuto il secondo tempo parziale alle spalle dello scatenato Andreucci.

Quinto il giovane sammarinese Daniele Ceccoli, autore di una gara di alto livello che lo ha visto sempre nelle posizioni nobili della classifica. Sesto e primo tra gli iscritti al Trofeo Rally Terra il toscano Andrea Aghini con la Subaru Impreza Sti. Poca fortuna, invece per Renato Travaglia e Piero Longhi. Per entrambi, fatale la terza prova speciale dove il trentino dell’Abarth è stato costretto a fermarsi da una pietra in trattoria che, senza idroguida, non è riuscito ad evitare.

Stessa sorte anche per il vincitore della scorsa edizione del Costa Smeralda, Piero Longhi uscito di strada con la sua Subaru.
Primo tra gli equipaggi sardi Ivan Pisciottu con la Subaru Impreza , sedicesimo assoluto, davanti a Paolo Liceri e “Piano”
Il gran temporale e la tromba d’aria che hanno colpito il Molo Brin di Olbia hanno indotto il direttore di gara a fermare gli equipaggi a Olbia evitando l’ultimo trasferimento fino a Porto Cervo.

Classifica del 27° Rally Costa Smeralda Sardegna. Prima Tappa:

01 Andreucci-Andreussi ( Mitsubishi Lancer Evo IX) in 48’30”9
02 Rossetti-Chiarcossi ( Peugeot 207 S2000) a 34”3
03 Nittel- Ruf ( Mitsubishi Lancer Evo IX) a 39”4
04 Navarra-D’Amore (Abarth Grande Punto S2000) a 58”9
05 Ceccoli-Biondi ( Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1’08”7

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: