Ricorso McLaren, la Fia dichiara la sua inammissibilità

Fia

La Fia, in via straordinaria, ha deciso di pronunciarsi nel processo d’appello sulla penalizzazione di 25" inflitta a Lewis Hamilton per il taglio della chicane di Spa, che si discuterà lunedì a Parigi. Dalla Federazione arriveranno delle prove che illustreranno alla Corte d'Appello l'inammissibilità del ricorso presentato dalla McLaren, ma anche la correttezza dell'operato dei commissari di gara.

Secondo il delegato federale Charlie Whiting il "drive-through", che consiste in un passaggio forzato nella corsia box, non è appellabile ai sensi dell'articolo 152 del Codice Sportivo. Quindi l'iniziativa della McLaren sarebbe irricevibile, anche se gli uomini del team di Woking cercheranno di appigliarsi a un presunto vizio di forma, la cui eventuale esistenza non dovrebbe però ribaltare le cose.

Quindi Felipe Massa può dormire sonni tranquilli, conservando il suo attuale divario di classifica dal leader provvisorio del campionato. A questo punto, se il ricorso venisse accolto sarebbe solo per creare un precedente giuridico sulla fattispecie, utile a ribadire la correttezza delle sanzioni adottate.

Via | Corrieredellosport.it

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: