GP Singapore F1: tutto esaurito e attesa a mille

Tutto pronto per l'attesissimo GP di Singapore in notturna

La hanno tanta voluta, hanno preparato ogni cosa fin nei mini dettagli (almeno così sembra) e ora ci siamo: pochi giorni e partirà il GP di Singapore, la prima prova in notturna della storia della Formula1 è pronta a diventare realtà e di sicuro un primo risultato lo ha raggiunto: attenzione ai massimi livelli.

Ma la sfida è grande, in pista come fuori, e tutti lo sanno: dal primo dei piloti agli addetti ai lavori, passando per gli appassionati Singapore nell'aria è molto più di un gran premio, ma forse è IL GP di questa stagione 2008. C'è un nuovo format da provare, ma soprattutto c'è ancora un mondiale da assegnare e qui tutti partiranno proprio da zero.

Normale che questa settimana non ci sia altro nella testa di tutti, e per raccontarvi quello che è il "clima" (non solo meteorologico) che si vive a Singapore vi giriamo la segnalazione di un nostro lettore che riprende una lettera pubblicata sul sito di SportMediaset. Molto interessante come scoprirete dopo il "continua":

"Ciao amici di Sportmediaset.it,

visto che ormai sono un "singaporeano" d'adozione, vi racconto l'atmosfera locale a pochi giorni dall'imminente GP di F1. In realtà qui sono tutti in fibrillazione da mesi, ma ad una settimana dall'evento non c'è posto dove non si venga martellati con la storia del primo GP in notturna.

C'è il tutto esaurito già da un bel po' e le iniziative promozionali si moltiplicano. Gli alberghi sono tutti completi: pensa che chi ha avuto la possibilità di trovare una stanza ha dovuto sborsare 1500 dollari (750 euro) per pernottamento e prima colazione. Chiaramente hanno venduto i pacchetti di 3 gg (26,27,28). Chiamali scemi...

Inoltre, chi volesse fare un giro sulla Singapore Flyer (la ruota panoramica più grande del mondo) proprio a ridosso ad una parte del circuito e da dove puoi seguire la gara attraverso una completa vista dall'alto, ha dovuto tirare fuori qualcosa come 10000 dollari (circa 5000 euro). Tenendo conto che ogni cabina contiene 20 persone, il conto è presto fatto.

La pista è ormai ultimata, mancano solo gli pochi dettagli: pensa che, da quando sono qui, hanno lavorato giorno e notte 7 gg su 7 per preparare il circuito. A luglio hanno iniziato l'asfaltatura del tracciato che è stata effettuata a pezzi, in quanto trattasi di un circuito cittadino.

Come penso voi sappiate, l'appalto per l'illuminazione del circuito se l'è aggiudicato una ditta italiana (la Valerio Maioli SpA): c'è un riflettore ogni metro del circuito e, quando hanno fatto la prova generale di illuminazione, l'effetto è stato davvero notevole.

Non è vero che piove ogni sera, come ho sentito dire: adesso è da una settimana che non si vede una goccia, mentre fino a sabato scorso, per circa 15 gg, il tempo non è stato bellissimo. Si passa da giorni di solleone alternati a giornate con cielo nuvoloso e acquazzoni.

Qui la caratteristica principale del tempo, essendoci un clima tipicamente equatoriale, è il caldo afoso: per tutto l'anno la temperatura minima non scende sotto i 25 gradi (anche di notte) e quella massima oscilla tra i 30 ed i 34 gradi con punte di 37/40 nel periodo più asciutto (maggio/giugno).

Certo ci si può imbattere nelle cosiddette "showers" i classici acquazzoni tropicali dove, per circa 20/30 minuti, sembra che venga giù il cielo. Poi torna tutto come prima: caldo e afa... Credo che se dovesse capitare una shower durante il GP ne vedremo davvero delle belle!

Quindi come avrete capito intorno all'evento della Formula Uno "by night", si sta sviluppando un clima misto di adrenalina e follia. Ma ormai ci siamo...

Un forte abbraccio,

Daniele

via | SportMediaset (grazie a GiulianoG per la segnalazione)

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: