F1, Lotus spera che il matrimonio con Raikkonen duri

La Lotus vuole che il rapporto con Kimi Raikkonen prosegua ancora negli anni, senza interruzioni alla fine della stagione agonistica in corso.

E’ il team principal Eric Boullier a farsi portavoce di questo desiderio, condiviso dagli altri uomini della squadra di Enstone.

Ecco le sue parole, riprese da Planet F1: “Noi stiamo lavorando molto bene e la monoposto 2013, con i suoi risultati, sta dimostrando di essere al vertice. Stiamo fornendo a Kimi del materiale di buon livello qualitativo. Lui è abbastanza maturo per decidere da solo cosa fare in futuro”.

Chiaro il riferimento al possibile sbarco del finlandese alla Red Bull, dove potrebbe sostituire Mark Webber, giunto al capolinea della sua carriera in Formula 1. Il suo nome è in pole position fra i candidati al sedile della monoposto di Milton Keynes, ma nessuna decisione è stata presa fino ad oggi.

Iceman non ha fretta e vuole studiare meglio la situazione, prima di decidere la strada da percorrere. All’orizzonte si profilano infatti dei vantaggi e degli svantaggi, come sottolinea lo stesso Boullier: “Andare alla Red Bull è una scelta con aspetti positivi e negativi per Kimi. Sarà lui a decidere cosa fare”.

L’analisi, per quanto breve e generica, sembra condivisibile, perché l’eventuale trasloco nel team delle “lattine volanti” assocerebbe a note indubbiamente buone altre che impongono un minimo di riflessione.

Certo, entrare nella scuderia campione del mondo in carica, che vanta una splendida striscia vincente, è una bella tentazione, ma le variabili da prendere in considerazione sono a più ampio raggio. Penso ai maggiori impegni istituzionali e al clima più teso che potrebbe derivare dalla convivenza con Sebastian Vettel, sulle cui specifiche sono state confezionate le ultime monoposto della squadra d’oltremanica.

Raikkonen è sereno. Dice che farà le sue valutazioni ed è sicuro della bontà del suo intuito. In caso contrario…pazienza! Almeno potrà dire di non essere stato condizionato da altri.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail