GP Giappone: prove libere Ferrari



Due gare in tre ore di prove libere: questo il bilancio in chilometri del venerdi' del Gran Premio del Giappone per i piloti della Scuderia Ferrari Marlboro.

Kimi Raikkonen e Felipe Massa hanno infatti completato in totale 134 giri (70 il primo, 64 il secondo), il doppio della distanza che dovranno coprire nella gara di domenica pomeriggio. "Mi rendo conto che posso sembrare noioso ma questo e' stato il solito venerdi'" - ha dichiarato il Direttore della Gestione Sportiva Stefano Domenicali - "Il nostro bilancio e' discreto: abbiamo lavorato tanto e senza problemi di sorta, il che e' importante. E' difficile dire quali siano i reali rapporti di forza in campo: i tempi sono molto vicini fra loro e non sappiamo la benzina imbarcata dai piloti nelle varie serie di giri.

Ci aspettavamo di essere competitivi anche su questa pista e credo che lo saremo, cosi' come lo saranno i nostri principali avversari. Abbiamo un obiettivo molto semplice in questo fine settimana: mettere le due macchine rosse davanti a tutti. Sara' difficile, dovremo fare tutto alla perfezione e daremo il massimo per farcela."

Felipe Massa: "Sono soddisfatto di questa prima giornata in Giappone. Il bilanciamento della vettura era molto buono , sia sul primo giro cronometrato che sulla distanza. I tempi sono molto ravvicinati: avrei probabilmente potuto essere piu' avanti nella sessione pomeridiana se non avessi trovato del traffico nel mio ultimo tentativo con le gomme morbide. Queste ultime si sono dimostrate piu' veloci, il che non e' una sorpresa, ma anche molto costanti. Abbiamo tanta voglia di fare bene in questo fine settimana: cercheremo di vincere e di portare a casa il miglior risultato possibile per i due Campionati."

Kimi Raikkonen: "C'e' molto equilibrio, con tempi molto ravvicinati fra loro: sara' quindi fondamentale fare una buona qualifica altrimenti si rischia di ritrovarsi indietro sulla griglia. Penso che la nostra macchina si comporti bene su questo tracciato: c'e' ancora del lavoro da fare per migliorarne il comportamento ma sono abbastanza soddisfatto. Le gomme piu' dure sono molto costanti mentre quelle piu' morbide sembrano perdere un po' di prestazione sulla distanza. Sul primo giro non sono male: peccato che nel mio ultimo tentativo ho bloccato le ruote e non sono riuscito a fare un buon tempo. Il mio weekend? Cerchero' di fare il meglio possibile, per me e per la squadra."

Luca Baldisserri: "Dopo l'inconsueta cornice di Singapore, siamo tornati al solito menu' del venerdi', fatto di ricerca del miglior assetto e di confronto fra le gomme. Abbiamo lavorato tanto in pista, mettendo insieme tanti giri che ci consentono di avere a disposizione molti dati da analizzare per preparare al meglio le macchine per le qualifiche e la gara.

In particolare, dobbiamo analizzare il rendimento dei due tipi di gomme Bridgestone, che oggi hanno dato responsi un po' divergenti fra i nostri due piloti. Dalla classifica dei tempi si puo' vedere che le prestazioni sono molto vicine fra loro, anche se nella valutazione del risultato dobbiamo sempre tenere presente l'incognita relativa alla benzina imbarcata a bordo. In definitiva, e' stata una giornata abbastanza positiva."

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: