Kimi Raikkonen: "Due gare avvincenti"



Dopo un impegno con gli sponsor in citta', Kimi Raikkonen e' arrivato sul circuito in tempo per prendere parte alla conferenza stampa ufficiale della FIA e come vincitore in Cina lo scorso anno, ha avuto l'onore di essere intervistato per primo.

E' bello essere di nuovo qui", ha esordito il pilota della Scuderia Ferrari Marlboro. "Ho fatto delle buone gare in passato, ma se tutto andra' bene possiamo raggiungere lo stesso livello quest'anno anche se dobbiamo ancora vedere cosa possiamo fare. Se tutto andra' come deve potro' correre per vincere. La vettura e' decisamente migliorata ed e' meglio adesso per me, ma non siamo ancora esattamente dove vorremmo essere.

Questo circuito e' diverso rispetto all'ultimo nel quale abbiamo corso. Lo scorso anno ci siamo divertiti qui e spero che anche quest'anno sara' lo stesso. Al Fuji sono andato abbastanza bene nelle qualifiche ma non sono andato come volevo in gara. Sicuramente le qualifiche adesso fanno la differenza per tutte le squadre e se ti trovi dietro ad altre macchine poi e' molto difficile sorpassare."

Con Kimi fuori dalla lotta per il titolo, la stampa era interessata a sapere come potrebbe aiutare il suo compagno di squadra. "Cerco sempre di vincere e se tutto va bene questo fine settimana saremo nella posizione di lottare per questo obbiettivo. So cosa si aspetta la squadra da me e so che vogliono vincere entrambi i campionati, quindi vedremo come va la gara e dove saremo, poi forse valuteremo un approccio diverso. Questo lo vedremo durante la gara."

Kimi ha anche prudentemente evitato di indicare un vincitore quando gli e' stato chiesto quale dei tre piloti che hanno la matematica possibilita' di conquistare il titolo riuscira' a prevalere. "Dipende solo da come vanno queste ultime due gare. Puo' succedere di tutto. Ci sono tre ragazzi che possono vincere, lo scorso anno ero un po' piu' indietro e ce l'ho fatta comunque, quindi non posso dire chi vincera'.

Sono certo che chiunque vinca alla fine se lo sara' meritato e speriamo che la nostra squadra sara' li'. Nella mia situazione corro per la squadra, per fare punti, mentre Lewis e Felipe corrono l'uno contro l'altro. Arrivati a un certo punto, quando si e' fuori dalla lotta finale, l'altro pilota deve cercare di tenere dietro l'avversario e viceversa, quindi tante cose possono andare bene per uno e andare male per l'altro.

Poi si vedono risultati differenti a volte, puo' essere a causa del tempo ma non punterei i miei soldi su nessuno: chiunque puo' vincere il titolo, davvero. Diventa tutto piu' avvincente nelle ultime due gare, specialmente per i ragazzi che stanno lottando per il titolo."

Via | Ferrari

  • shares
  • Mail