Rally du Valais: sfortunati Scandola e Basso



I piloti ufficiali Abarth Giandomenico Basso e Umberto Scandola non hanno avuto fortuna nella seconda tappa del Rally du Valais, nona prova dell’Intercontinental Rally Challenge, che si corre in Svizzera.

Basso, in coppia con Mitia Dotta, ha infatti forato un pneumatico nel corso della prova speciale d’apertura, lunga ben 40 km, perdendo circa 2’ e scendendo al settimo posto. Non si è perso d’animo e ha iniziato la rimonta vincendo anche una prova speciale.

Scandola, con Guido D’Amore, ha purtroppo concluso la sua bella prestazione con un’uscita di strada nella quinta prova speciale. Il giovane pilota Abarth aveva concluso al comando la prima tappa.

In recupero il terzo equipaggio Abarth, formato da Anton Alen e Timo Alanne, che è risalito dall’ottavo al quinto posto.

La Fiat Grande Punto Multijet di Alessio Pisi e Luca Costantini è sempre al comando della categoria diesel e occupa il 36° posto assoluto.

Domani (sabato 25 ottobre) si corre l’ultima frazione di gara, con partenza alle ore 8 e arrivo finale alle 16,45, dopo 6 prove speciali e 107,34 km di velocità.

Rally du Valais, classifica dopo la seconda tappa: 1. Vouilloz-Klinger (Peugeot 207 S2000) in 1 ora 29’21”4; 2. Loix-Buysmans (Peugeot 207 S2000) a 11”7; 3. a 1”2; 3. Rossetti-Chiarcossi (Peugeot 207 S2000) a 41”9: 4. Bouffier-Panseri (Peugeot 207 S2000) a 1’36”1; 5 Alen-Alanne (Grande Punto Abarth S2000) a 2’02”8; 6. Hotz-Ravasi (Peugeot 207 S2000) a 2’24”4; 7. Basso-Dotta (Grande Punto Abarth S2000) a 2’43”7; 8. Toht-Tagai (Peugeot 207 S2000) a 3’45”3.

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: