Superleague Formula: Rigon e poi Gommendy a Vallelunga


Vallelunga - Il macchinoso meccanismo per la pole position al sabato aveva stabilito che a schierarsi nella prima posizione in griglia dovesse essere Adrian Valles sulla monoposto del Liverpool, ma in gara 1 è stato Davide Rigon (partito terzo) a confermarsi l'uomo da battere in questo finale di stagione della Superleague Formula. A completare una top 3 marcatamente italiana è arrivato il secondo posto del Milan di Robert Doornbos e il terzo di Alessandro Pier Guidi, al secondo podio consecutivo col Galatasaray dopo l'ottima prova dell'Estoril.

Il quinto e penultimo round che è andato di scena a Vallelunga ha visto il vicentino sfoderare una prestazione superlativa nei 45' di gara 1 ed incrementare così il vantaggio in classifica sul PSV Eindhoven di Yelmer Buurman che ha chiuso decimo. L'italiano del Beijing Gu'aon è passato in testa durante la finestra dei pit stop, mentre la monoposto del Liverpool del poleman Valles ha accusato un calo di potenza già dalla prima metà di gara, probabilmente a causa di un calo di pressione nel circuito del carburante.

Rigon, reduce dalla sua stagione più impegnativa (FIA GT, Formula Master, Superstars, Euroseries 3000 nel suo programma), è stato come sempre regolare, oltre che il più veloce in pista con il giro record. A tenergli testa il solo Doornbos, partito dalla seconda piazza, che ha tagliato il traguardo dopo 32 giri con quasi 1,7 secondi di distacco. Sul podio anche Pier Guidi, che ha girato sui tempi dei migliori ma è rimasto attardato di quasi 12 secondi.

Al 27esimo giro l'atteso vincitore in Portogallo Franck Perera (AS Roma) va lungo mentre è alla caccia del Flamenco e perde tre posizioni in favore di Glasgow, Corinthians ed Anderlecht, che chiuderanno alle spalle del Flamenco di Tuka Rocha che ha concluso quarto.
Ultimo classificato l'idolo di casa Enrico Toccacelo, che con i colori del Borussia Dortmund ha condotto per i primissimi giri una gara 2 parecchio movimentata.

Con il romano in pole, gara 2 si apre con un colpo di scena: Rocha va lungo alla staccata dei Cimini, tocca Doornbos e sale addosso a Pizzonia. I tre sono costretti al ritiro e durante la successiva safety car si ritira Max Wissel per una rottura. Le bandiere gialle vengono ritirate al 5° giro e subito Andy Soucek ha la meglio su Toccacelo per il primo posto, mentre Perera si libera di Borja Garcia.
Tre tornate dopo, sempre alla staccata dei Cimini, Toccacelo e Perera entrano in contatto, il romano finisce sul muretto a forte velocità ed esce di scena, per fortuna senza conseguenze fisiche. La monoposto con i colori della AS Roma resta comunque intera e passa davanti a tutti. Dopo il giro dei pit stop passa in testa uno sfortunato Andy Soucek (Atletico Madrid), ma lo spagnolo nel giro successivo deve rientrare ai box per un problema tecnico, dopo che nel primo stop aveva pure ferito non gravemente un suo meccanico.

A circa metà gara Rigon è intanto riuscito a risalire da ultimo fino in settima posizione, ma gli occhi sono puntati tutti su Tristan Gommendy, che sulla monoposto del FC Porto riesce a sopravanzare l'olandese Yelmer Buurman (PSV Eindhoven) per il secondo posto. L'ex pilota della defunta Champ Car è molto più veloce del connazionale della AS Roma e con meno di dieci minuti alla bandiera a scacchi è ad 1,5 secondi dalla vettura giallorossa. A quattro giri dal termine Gommendy pressa Perera che va largo alla Soratte e consente al connazionale di raccogliere il primo successo della stagione.

Rigon chiude quinto dopo una rimonta perfetta dall'ultima posizione e consolida la sua leadership in campionato con 59 punti di vantaggio su Buurman. Decisiva sarà quindi l'ultimo weekend di gara previsto il 22 Novembre a Jerez de la Frontera.

Qui i risultati completi.

  • shares
  • Mail