Schumacher spiega perché ha rinunciato alla GS Ferrari

schumacher

Michael Schumacher confessa di aver rinunciato alla poltrona di comando della gestione sportiva di casa Ferrari per ragioni che lo stesso tedesco spiega limpidamente: "Ho avuto la possibilità di fare quello che ha fatto Jean Todt. Quando ho visto la passione e la dedizione che metteva nel suo lavoro, mi sono detto: 'Ho bisogno di questo? No, semplicemente no'. Lui svolgeva il suo incarico come io facevo il mio. Ma Jean doveva stare a Maranello tutti i giorni, anche nei weekend, fino a notte fonda".

Dopo una carriera intensa e partecipata, l'asso di Kerpen ha però deciso che le priorità sono diventate altre: "Voglio essere libero e decidere qual è la prossima cosa che voglio fare nella mia vita. Sono libero e scelgo. Sono sicuro che verrà fuori qualcosa di interessante, qualcosa per cui proverò passione. Ne ho bisogno, non voglio stare seduto in ufficio a passare il tempo".

Al momento Schumacher ricopre il ruolo di superconsulente della casa di Maranello. Quando desidera concedersi qualche esperienza diversa scende in pista nelle gare di superbike in Germania.

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: