Sauber, Kaltenborn: la situazione economica del team non è mai stata grave come dipinta

Monisha Kaltenborn aveva lanciato un grido d'allarme per descrivere la grave situazione finanziaria del team Sauber. Oggi, a stabilità raggiunta, la team manager ammette che il dissesto finanziario era ben lontano dal presentarsi... Anche a livello contabile non mancano i doppi giochi.

2013_monisha_kaltenborn

Il de profundis intonato qualche settimana fa pare aver sortito gli effetti auspicati. Monisha Kaltenborn ha infatti rivelato che la situazione finanziaria del team Sauber è decisamente più distesa rispetto al finire di giugno, quando i vertici della scuderia lanciarono i primi segnali d’allarme. Peter Sauber e soci hanno infatti trovato alcuni investitori cui appoggiarsi. Chi sono? Nelle scorse settimane Repubblica annunciò che Sauber AG firmò un accordo di collaborazione con il Fondo internazionale per la cooperazione e gli investimenti, il Fondo statale per lo Sviluppo della Federazione nord-ovest della Russia e il National Institute of Aviation Technologies.

Queste tre realtà sfrutteranno così il palcoscenico garantito loro dal GP di Russia, in calendario dalla stagione 2014 ed ospitato a Sochi. Queste notizie sono però già note. Il sito Planet F1 torna oggi ad occuparsi della vicenda e riferisce che gli allarmi di Kaltenborn erano semplicemente procurati. “Data l’entità e la portata sapevamo che l’accordo avrebbe richiesto qualche tempo prima di essere formalizzato – il suo commento –. Se non avessimo firmato questo accordo saremmo comunque sopravvissuti. Abbiamo già attraversato momenti difficili e sapevamo che il futuro ci avrebbe ancora sorriso”.

Le odierne difficoltà finanziarie corrispondono ad una parallela crisi di risultati. Sauber ha finora raccolto la miseria di 7 punti, tutti per merito di Hulkenberg: il tedesco ha infatti terminato una volta in 8° posizione e tre volte in 10° posizione. Esteban Gutierrez è ancora a secco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail