F1, GP Russia 2014 supera i problemi emersi in tempi recenti?

Secondo quanto riferisce Sport Express, sarebbe stato raggiunto un accordo tra la Federazione dell’Automobile Russa (RAF) e gli organizzatori del Gran Premio di Russia di Formula 1, dopo che è stata saltata la scadenza ultima fissata al 31 luglio per ufficializzare la candidatura.

Se le cose stessero effettivamente in questi termini, ora la parola dovrebbe passare alla FIA, chiamata a decidere sull’eventuale inserimento della sfida nel calendario agonistico del prossimo anno, magari con una deroga motivata da motivi di forza maggiore.

Qualora tutto andasse per il verso giusto, la gara dovrebbe svolgersi nel mese di novembre, almeno secondo Anatoly Pakhomov, sindaco di Sochi, città che ospiterà l’evento. L’uomo politico dell’est ha detto all’emittente locale R-Sport che la sfida del Circus si disputerà dopo le Olimpiadi Invernali del 2014, ospitate nella stessa cornice affacciata sul Mar Nero.

La data dovrebbe collocare l’evento nella parte conclusiva del calendario agonistico 2014, forse come penultimo appuntamento della serie iridata, dopo India e Abu Dhabi, ma prima del Brasile. Il rischio di una gara in terra russa nel mese di novembre è però quello di un quadro ambientale dominato dalle basse temperature, ma questo sarebbe il male minore, perché il vero incubo sarebbe la neve.

Ricordiamo che a giudizio di Hermann Tilke, architetto dei Gran Premi, la nuova pista sarà in grado di soddisfare al meglio le esigenze della categoria, ma anche della MotoGP. Tilke dice pure che la sua planimetria è molto veloce, offrendo caratteristiche uniche ed interessanti, in grado di sorprendere: “Rimarrete stupiti del risultato”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail