Williams F1, ripartire in modo congruo gli sforzi sul 2013 e 2014

Claire Williams pensa che dedicare ulteriori attenzioni alla monoposto di quest’anno, per cercare di farla progredire, non sia una strategia sbagliata, perché non comprometterebbe gli sforzi in chiave 2014.

Il vicepresidente della scuderia di Grove lascia intendere che non alzerà bandiera bianca e che si metteranno in atto gli sforzi necessari, per cercare di risanare una delle stagioni peggiori di sempre per la Williams.

Queste le parole di Claire ad Autosport, in parte riprese da Planet F1: "Nella nostra squadra possiamo contare sul contributo di 550 persone e di alcune delle migliori risorse del paddock. Non possiamo semplicemente girarci e dire che non abbiamo intenzione di continuare a sviluppare la macchina attuale per puntare tutto sulla prossima stagione. Dobbiamo, invece, distribuire in modo intelligente gli sforzi, per curare bene il presente e il futuro".

Ricordiamo che la scuderia britannica, con la FW34, era giunta all’ottavo posto nella classifica finale del Campionato Costruttori 2012. Il risultato non descriveva perfettamente le risorse di quella monoposto e i progressi compiuti nell’arco della stagione, ma può succedere. Il team di Grove, con la creatura dello scorso anno, aveva recuperato l’emozione del successo, grazie al primo posto di Maldonado nel Gran Premio di Spagna di Formula 1. Prima di allora un grande digiuno, che durava dal 2004, quando la scuderia inglese era salita per l’ultima volta sul gradino più alto del podio.

Frank Williams e soci speravano in un 2013 luminoso, facendo appello alla professionalità dello staff tecnico e alle doti di guida di Pastor Maldonado e di Valtteri Bottas, giunto al posto di Bruno Senna. In una squadra progettuale guidata da Mike Coughlan, spicca l’assenza dell’ingegnere capo Mark Gillan, che è andato verso altri lidi. Le speranze del gruppo sono state affidate alla FW35, che però ha deluso le aspettative. Il resto è storia recente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail