F1, Vergne sostiene di aver 'battuto' il compagno di squadra Ricciardo

Jean-Eric Vergne, riferendosi alle chance di passare alla Red Bull del compagno di squadra Daniel Ricciardo, sostiene di aver fatto un lavoro migliore del suo quest’anno.

2013_jean_eric_vergne

Secondo lui è sbagliato che il team di Milton Keynes accordi le sue preferenze all’australiano, ritenendolo superiore in termini di consistenza. Vergne lo dice chiaramente e senza peli sulla lingua al giornale francese L’Equipe, con parole riprese dal sito di Motorsport: “La Red Bull è la squadra campione del mondo ed ha bisogno di un pilota che possa segnare punti in ogni gara. Se si guardano i risultati, sono stato più efficace di lui in termini di punteggio, ma il giudizio di alcuni uomini del paddock assegna un peso specifico più alto a lui”.

Jean-Eric è molto ambizioso, come è giusto che sia per un pilota di Formula 1. Il driver francese sperava di poter usare il 2013 come trampolino di lancio verso la conquista di un sedile nel team delle “lattine volanti”. Adesso che il prossimo ritiro di Webber offrirebbe una possibilità, sembra che il gioco vada a favore del compagno di squadra. Questo gli prude.

Sia lui che Ricciardo sono stati confermati per la stagione in corso dalla Scuderia Toro Rosso, dove Vergne ha fatto il suo debutto come rookie nel 2012. Nel team di Faenza ha cercato di mettersi in mostra, con gli occhi già puntati su un sedile da corsa nella squadra più in forma della categoria. Ora l’occasione, davvero dietro l’angolo, sta sfumando in favore di Ricciardo, ma in pole position per il sedile alla Red Bull c’è Kimi Raikkonen. Ancora è presto, però, per sbilanciarsi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail