F1 Gp Belgio 2013: il weekend di Spa in chiave Pirelli

Per l'asciutto sono state portate le gomme Hard e Medium, ma c'è il rischio pioggia per le giornate di sabato e domenica

La pausa estiva sta per finire ed il prossimo weekend torneranno a rombare i motori in Formula 1. Si ripartirà dal Belgio e da una delle piste più significative dell’intero Mondiale: Spa-Francorchamps. Uno dei tracciati preferiti dai piloti del circus, dove per vincere non basta avere una monoposto veloce, ma serve anche la capacità di rendere al meglio nel mix tra le curve veloci e le grandi compressioni. Anche per le gomme, è un circuito decisamente impegnativo, con gli oltre sette chilometri di pista, per il giro più lungo del campionato 2013.

Pirelli porterà in Belgio gli pneumatici Hard (con banda arancione) e le medie (bianca), come aveva fatto per l’ultima volta nel discusso Gp di Gran Bretagna. “Spa rappresenta una delle sfide più grandi per le nostre gomme – ha detto Paul Hembery, direttore motorsport dell’azienda milanese - principalmente a causa degli elevati carichi di energia che si scaricano sulle coperture, sia in verticale – si pensi alle grandi compressioni come nell’Eau Rouge – sia in laterale, in curve veloci come la Blanchimont”.

Oltre al degrado degli pneumatici e alla difficoltà della pista, un’altra importante incognita è il meteo: secondo le previsioni, sabato e domenica potrebbe arrivare la pioggia, per rendere ancora più complicato il weekend. Dunque, potremmo vedere in pista anche gli pneumatici wet (blu) e intermedi (verde): “La gomma intermedia ha mostrato di adattarsi bene anche alle condizioni di quasi asciutto”. Lo scorso anno vinse Jenson Button, con la strategia di una sola sosta, così come il secondo (Vettel), mentre Raikkonen (terzo) effettuò due pit-stop.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail