F1, Mercedes: Lewis Hamilton sempre concentrato secondo Wolff

Toto Wolff crede che la ferrea determinazione di Lewis Hamilton non troverà motivi di distrazione nel successo maturato in Ungheria.

L’asso di Stevenage, con la performance dominante espressa nel Gran Premio d’Ungheria di Formula 1, ha dato conferma della sua tempra, che non sbiadirà certo nella sfida di Spa-Francorchamps, fatta per i manici pesanti come lui.

Ovviamente sarà necessario che la Mercedes lo assecondi al meglio in Belgio perché il suo potenziale possa esprimersi in pieno. Il team farà il possibile per sostenerlo, anche perché Lewis è in corsa per il titolo.

Ecco come Wolff parla di Hamilton sulle pagine di Autosport: “Lo conosco ormai da sei mesi. Lui è un ragazzo professionale, che sa cosa fare. Non è un tipo che perde la concentrazione. Lo vedo molto focalizzato sull’impegno di questo fine settimana. Il successo dell’Hungaroring non ha turbato il suo equilibrio. Siamo ottimisti per Spa”.

In attesa di vedere come andrà a finire sulle Ardenne, il pilota anglocaraibico si gode la soddisfazione di aver messo a tacere quanti bollavano il suo passaggio al team di Brackley come un clamoroso errore.

Al momento Hamilton occupa il quarto posto in classifica conduttori, a 48 punti di distanza da Sebastian Vettel, quando mancano ancora nove tappe del cammino agonistico all’orizzonte.

Lui vuole garantirsi il migliore stato di forma per affrontare la seconda metà del campionato in corso. Ecco le sue parole al Daily Star, parzialmente riprese da Planet F1: “Ho intenzione di fare tutto il possibile in palestra, al simulatore e in macchina per salire di nuovo sul gradino più alto del podio ed affrontare il resto dell’anno da una prospettiva migliore”.

Il sostegno della Mercedes –prosegue l’ex campione del mondo- è di alta qualità. Voglio ripagarli dei loro sforzi e delle loro attenzioni. Sono sicuro di poter fare bene”.

Ricordiamo che Lewis è sbarcato nel team della “stella” quest’anno, dove è giunto dalla McLaren. In molti erano scettici su questa mossa, ma le “frecce d’argento” si sono mostrate più consistenti delle monoposto di Woking nel 2013, come conferma il successo dell’anglocaraibico nella sfida di Budapest. Dopo la vittoria dell’Hungarorig, a Brackley si respira aria di fiducia per i prossimi appuntamenti del calendario agonistico. Anche se nessuno lo dice apertamente, la speranza è di guadagnare il titolo, ma qui la storia si fa più difficile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail