F1, Domenicali spinge la motivazione degli uomini Ferrari

Le Ardenne cominciano a prepararsi alle musicalità meccaniche delle monoposto del Circus, che si preparano a rombare per il Gran Premio del Belgio di Formula 1.

Fra qualche giorno, sulla pista di Spa-Francorchamps, andrà in scena un nuovo atto della stagione 2013, su uno dei circuiti più affascinanti e ricchi di storia del calendario agonistico.

In questa splendida cornice la Ferrari cercherà di giocare al meglio le sue carte, per continuare a coltivare le ambizioni iridate, spazzando dall’orizzonte le nubi di un insuccesso che prolungherebbe ulteriormente un’attesa ormai diventata troppo lunga.

L’appuntamento belga chiude la pausa estiva ed apre il girone di ritorno del campionato del mondo, che deciderà le sorti del confronto in corso. Prima della trasferta, Stefano Domenicali ha voluto incontrare gli uomini della scuderia del “cavallino rampante”, per stimolare ancora di più la motivazione di un gruppo naturalmente portato alla sfida.

Ecco le parole del team principal, riportate dal sito ufficiale della casa di Maranello: “Tutto è ancora in gioco, lo abbiamo sperimentato sulla nostra pelle più volte, l’ultima soltanto un anno fa. Nove gare vogliono dire un massimo di 225 punti per pilota. Questo fa capire come sia ancora perfettamente possibile raggiungere gli obiettivi di inizio stagione”.

Il ragionamento non fa una grinza, ma bisogna evitare i passi falsi del recente passato, per evitare che l’analisi resti confinata nell’ambito del mero esercizio retorico. Domenicali vuole rassicurare su questo fronte, ma saranno i fatti a parlare: “E’ vero, abbiamo avuto un periodo difficile, in particolare nel mese di luglio. Ora è il momento di reagire, come sa fare la gente della Ferrari. Il nostro compito è molto semplice: dare a Fernando e Felipe la vettura più veloce possibile. Nel gruppo non voglio vedere persone che non hanno fiducia nella rimonta: ognuno deve essere l’anello di una catena di positività che deve trascinare la squadra in un momento particolarmente importante della stagione”.

Belle parole, che aspettano di tradursi in un cammino di gloria e competitività, per evitare di mancare ancora una volta gli obiettivi iridati, generando comprensibile rabbia nei piloti e nei tifosi, la cui pazienza non è illimitata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail