WRC, Rally di Germania: Dani Sordo vince la gara tedesca

Dani Sordo ha guadagnato il successo nel Rally di Germania, nono atto della stagione agonistica 2013, che si avvia verso la conclusione.

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:71:"WRC, Rally di Germania: Dani Sordo primo a sorpresa dopo la terza tappa";i:3;s:77:"WRC, Rally di Germania: Ogier sbaglia, Latvala in testa dopo la seconda tappa";i:4;s:60:"WRC, Rally di Germania: Ogier al comando dopo la prima tappa";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:2940:"

A quattro gare dalla fine, il pilota spagnolo della Citroen ha incassato il primo successo della sua carriera, da quando nel 2006 ha fatto il suo debutto nel campionato mondiale della specialità.

Per lui è una grande gioia, in una gara che nelle fasi iniziali non lasciava presagire nulla di buono per le creature del “double chevron”. Quella sull’asfalto tedesco è stata una vittoria maturata progressivamente, che lo ha portato a tagliare il traguardo con abbondante margine su Thierry Neuville, giunto alle sue spalle con 53 secondi di ritardo.

L’interprete francese della Ford, separato da 80 centesimi al termine della terza tappa, ha visto lievitare pesantemente lo svantaggio nei confronti di Sordo, che si è giovato di alcuni suoi errori, dopo aver messo all’incasso il vantaggio strategico derivante dall’uscita di strada del rivale e di Jari-Matti Latvala nelle fasi precedenti della gara, ma soprattutto del ritiro di Sebastian Ogier, quando questo governava le danze con la sua Volkswagen Polo WRC.

L’evoluzione della sfida tedesca, però, è stata in buona parte scritta dallo stesso Sordo, che si è reso protagonista di una condotta impeccabile, tradotta in gloria al traguardo, per la gioia sua e degli uomini della casa francese, i cui colori ha difeso a testa alta.

Dalla Germania la Citroen rientra pure con il terzo posto di Mikko Hirvonen, staccato pesantemente dalle posizioni di testa. Molto più consistente il gap accusato all’arrivo da Prokop e Robert Kubica, quinto assoluto e vincitore in WRC-2, con tredici secondi di margine su Evans, giunto in piazza d’onore in questo raggruppamento. A Paddon, Ostberg e Novikov il compito di chiudere la top ten della corsa teutonica. In classifica conduttori, Ogier governa le danze con 184 punti, seguito da Neuville a quota 109. Prossimo appuntamento in Australia, dal 12 al 15 settembre, quando i motori torneranno a rombare.

Rally di Germania, classifica finale

01. Sordo/Del Barrio (Citroen DS3 WRC) 3h 15’19”4
02. Neuville/Gilsoul (Ford Fiesta WRC) + 53”0
03. Hirvonen/Lethinen (Citroen DS3 WRC) + 2’36”1
04. Prokop/Ernst (Ford Fiesta WRC) + 8’00”8
05. Kubica/Baran (Citroen DS3 RRC) + 9’01”3
06. Evans/Barritt (Ford Fiesta R5) + 9’14”2
07. Latvala/Anttila (Volkswagen Polo R WRC) + 9’55”0
08. Paddon/Kennard (Skoda Fabia S2000) + 13’01”2
09. Ostberg/Andersson (Ford Fiesta WRC) + 13’28”1
10. Novikov/Minor (Ford Fiesta WRC) + 15’17”9

Classifica piloti

01. Ogier 184 punti
02. Neuville 109
03. Latvala 98
04. Sordo 96
05. Hirvonen 88

";i:2;s:2725:"

WRC, Rally di Germania: Dani Sordo primo a sorpresa dopo la terza tappa

Dani Sordo è passato al comando del Rally di Germania, al termine di una terza tappa che ha modificato la geografia di classifica, facendo precipitare i sogni di gloria della Volkswagen ed aprendo le speranze in casa Citroen, dopo una prima parte di gara scialba per i colori del “double chevron”.

La scalata del pilota spagnolo, in una tela ambientale votata alla pioggia, è stata resa possibile dalla sbavatura di Jari-Matti Latvala, finito fuori strada per l’asfalto umido, con danni pesanti alla sua Polo R WRC. Inevitabile il ritiro per lui, anche se oggi rientrerà in gara con la formula del Rally 2.

Sorte avversa anche per Thierry Neuville, uscito nella stessa curva del collega finlandese per “guida con una sola mano” (dovendo tenere con l’altra la portiera rotta), ma con ferite minori alla sua macchina, che gli ha permesso di raggiungere il traguardo, dove ha chiuso la tappa a meno di un secondo dal leader. Oggi si annuncia una bella lotta fra il driver iberico e l’interprete di punta della squadra Ford, che punta deciso al successo.

Nessuna speranza per Mikko Hirvonen, pesantemente attardato dal duo di testa. Per lui non c’è alternativa migliore che custodire con grande prudenza il terzo posto guadagnato con la sua DS3, sapendo di contare su un margine rilevante nei confronti di Prokop, quarto al volante di una Fiesta. Degno di nota il quinto posto di Robert Kubica, primo in WRC-2, ma con Evens a breve distanza da lui. La loro ascesa in classifica è stata agevolata dall’uscita di Ostberg.

La giornata, piuttosto vivace nelle sue dinamiche, è stata funestata da un incidente mortale, che ha coinvolto pilota e navigatore di una Triumph TR7, durante un evento collaterale.

Rally di Germania, classifica terza tappa

01. Sordo/Del Barrio (Citroen DS3 WRC) in 2.43’48”5
02. Neuville/Gilsoul (Ford Fiesta WRC) a 0”8
03. Hirvonen/Lethinen (Citroen DS3 WRC) a 1’27”6
04. Prokop/Ernst (Ford Fiesta WRC) a 6’06”3
05. Kubica/Baran (Citroen DS3 RRC) a 7’33”1
06. Evans/Barritt (Ford Fiesta R5) a 7’40”9
07. Latvala/Anttila (Volkswagen Polo R WRC) a 9’27”0
08. Paddon/Kennard (Skoda Fabia S2000) a 10’37”3
09. Ostberg/Andersson (Ford Fiesta WRC) a 12’27”8
10. Novikov/Minor (Ford Fiesta WRC) a 14’11”8

";i:3;s:2834:"

WRC, Rally di Germania: Ogier sbaglia, Latvala in testa dopo la seconda tappa

La seconda tappa del Rally di Germania non è stata felice per Sebastien Ogier. Il pilota francese, che sin dal via dalla cattedrale di Colonia si era messo in evidenza, con una partenza eccezionale sulla Volkswagen Polo R WRC, ha dovuto alzare bandiera bianca.

Dopo il successo nelle due prove speciali d’apertura, che gli avevano permesso di guadagnare il comando della corsa nella giornata di giovedì, ieri il leader del campionato ha dovuto alzare bandiera bianca.

Un brusco risveglio per lui, frutto di un’uscita di strada che gli ha fatto conoscere da vicino i vigneti della Mosella, costringendolo al ritiro, per un lungo con danneggiamento della sospensione anteriore sinistra. Oggi tornerà in gioco con le regole del Rally 2, ma il sogno di incassare il titolo già in terra tedesca è svanito, spostando più avanti nel tempo l’opportunità che ciò possa accadere, in virtù dei sei minuti di ritardo ormai a suo carico.

Il momento cruciale è giunto nel quarto segmento competitivo della giornata, quando Ogier ha dovuto dire addio ai suoi gloriosi propositi. Un vero peccato, ma le corse sono fatte anche di questo. Ora la lotta per la vittoria sembra un fatto privato fra Jari-Matti Latvala e Thierry Neuville, che governano le danze staccati di circa sette secondi, dopo un’intensa battaglia fra loro, che ha regalato note felici ai tifosi presenti sul campo di gara.

Potrà dire la sua anche Dani Sordo, che però paga un ritardo di 26 secondi dal vertice, con una Citroen zoppicante e ormai vagamente imparentata con quella dei successi a ripetizione di un passato che sembra ormai remoto. Alle sue spalle Hirvonen, Ostberg, Prokop, Al-Attiyah e Robert Kubica, cui si devono le uniche note felici al “double chevron”, con la leadership in WRC2. Oggi riprende il confronto, con la terza tappa del match tedesco.

Rally di Germania, classifica seconda tappa

01. Jari-Matti Latvala (Volkswagen Polo R WRC) in 1h38'04"1
02. Thierry Neuville (Ford Fiesta RS WRC) a 7"3
03. Dani Sordo (Citroën DS3 WRC) a 26"3
04. Mikko Hirvonen (Citroën DS3 WRC) a 47"6
05. Mads Østberg (Ford Fiesta RS WRC) a 2'12"3
06. Martin Prokop (Ford Fiesta RS WRC) a 4'17"6
07. Nasser Al-Attiyah (Ford Fiesta RS WRC) a 4'52"1
08. Robert Kubica (Citroën DS3 RRC) a 4'59"5
09. Elfwyn Evans (Ford Fiesta R5) a 5'11"9
10. Sepp Wiegand (Skoda Fabia S2000) a 6'53"7

";i:4;s:2695:"

WRC, Rally di Germania: Ogier al comando dopo la prima tappa

Sebastien Ogier governa le danze del Rally di Germania, nono round del campionato mondiale della specialità. Il pilota francese è stato il più rapido al termine della prima tappa, guadagnando il comando nel confronto di ieri, disputato nelle speciali Blankenheim e Sauertal.

Per la Volkswagen le premesse per un nuovo successo, davanti al pubblico di casa, ci sono tutte. Ogier, dal canto suo, sta giocando bene il suo primo match point, in una sfida che potrebbe consegnarli con largo anticipo il suo primo alloro iridato, grazie ai 90 punti di vantaggio già accumulati nei confronti dei diretti inseguitori. Se riesce ad uscire dalla gara in corso con un margine di 112 punti, la gloria è assicurata.

Dietro il leader, nel confronto tedesco, c’è il compagno di squadra Jari-Matti Latvala, giunto alle sue spalle con un ritardo di appena 5”7, al volante dell’altra Polo. Più lontano Thierry Neuville, finito sul gra-dino più basso del podio con la sua Ford, a 12”7 dal vertice. Poi le Citroen di Dani Sordo, Mikko Hirvonen e Mads Ostberg, pesantemente attardate dalla linea di testa.

La forza della Volkswagen era già emersa nello shakedown, che aveva visto prevalere Latvala, primo sul percorso di 4.55 chilometri di Konz, con il tempo di 2’23”50. Il gruppo tedesco, in un quadro così felice, sconta una nota stonata: il ritiro di Andreas Mikkelsen e Mikko Markkula, per motivi di salute legati al navigatore, cui una diagnosi prima dell'inizio della sfida ha rivelato una frattura della settima vertebra e in parte dell’ottava, presumibilmente maturata durante il Rally di Finlandia. Sulla base di questo responso medico, Volkswagen Motorsport ha assunto la decisione di ritirarli dalla lista di partenza.

Rally di Germania, classifica prima tappa

01. Ogier/Ingrassia (Volkswagen Polo WRC) in 19’33″2
02. Latvala/Anttila (Volkswagen Polo WRC) a 5″7
03. Neuville/Gilsoul (Ford Fiesta WRC) a 12″7
04. Sordo/Del Barrio (Citroen DS3 WRC) a 20″5
05. Hirvonen/Lehtinen (Citroen DS3 WRC) a 25″7
06. Ostberg/Andersson (Ford Fiesta WRC) a 30″6
07. Al-Attiyah/Bernacchini (Ford Fiesta WRC) a 41″4
08. Prokop/Ernst (Ford Fiesta WRC) a 45″6
09. Kosciuszko/Szczepaniak (Ford Fiesta WRC) a 51″0
10. Kubica/Baran (Citroen DS3 RRC) a 59″8";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail