F1, il progetto del medagliere potrebbe slittare

bernie ecclestone

Mai dare le cose per scontate: ce lo insegna la vita, che spesso ci presenta situazioni di taglio opposto rispetto a ciò che l'evidenza ci avrebbe fatto intendere. Ne sa qualcosa anche Bernie Ecclestone, la cui esternazione sulla sicura condivisione da parte di tutti i costruttori dell'idea del medagliere viene smentita dai fatti o, almeno, da quello che raccontano i giornali.

Le notizie riportate dagli organi di informazione britannica lasciano intendere che il progetto "olimpico" del boss del Circus non incontrerebbe il supporto di diversi protagonisti del mondo dei Gran Premi. Il problema, per Ecclestone, è che non sarebbero soltanto alcune scuderie a non sposare la sua iniziativa, ma anche (e soprattutto) la Fia.

Se le cose stessero effettivamente così, l'idea di assegnare già nel 2009 trofei in oro, argento e bronzo per i primi tre classificati potrebbe slittare. Questo è il quadro che i media presentano in vista della riunione del Consiglio Mondiale che, fra pochi giorni, affronterà la questione.

Il Times, ad esempio, riporta la voce di un non meglio precisato esponente dell'organo federale, che avrebbe detto: "La Fia non ha in mente di appoggiare il piano prima del 2010". Anche il Guardian riferisce di una testimonianza proveniente dallo stesso ente, che evidenzia come da parte dei team non ci sia unanimità di giudizio: "Il piano non piace a tutte le squadre".

Joaquín Verdegay, membro spagnolo del Consiglio Mondiale, non nasconde le sue perplessita: "Se la proposta di Ecclestone ha lo scopo di favorire i sorpassi, avrà l'effetto contrario. E' più facile che i piloti si diano battaglia se ci sono otto possibilità per fare punti, come ora, piuttosto che con sole tre posizioni vincenti". La saga continua...

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: