GP Belgio F1 2013: le dichiarazioni Ferrari di Fernando Alonso

Il GP del Belgio di Formula 1 si è chiuso per la Ferrari in modo nettamente più felice di quanto lasciavano intuire le prove di qualificazione, che avevano relegato le “rosse” nelle retrovie. Con una condotta di gara imperiosa, Fernando Alonso è giunto secondo.

GP Germania 2013 Fernando Alonso

Il pilota spagnolo ha così recuperato il rapporto con il podio, su cui non saliva dalla sfida di Silverstone, dove era giunto terzo. In pochi avrebbero scommesso su un risultato del genere, dopo la partenza dal nono posto in griglia, ma l’uomo di punta del “cavallino rampante” non si è arreso alla rassegnazione, dando prova della sua tempra.

Purtroppo, per gli appassionati dei bolidi di Maranello, nulla ha potuto contro Sebastian Vettel, vero dominatore della corsa con la sua Red Bull. Il campione del mondo in carica, con il successo di ieri, allunga ulteriormente sugli inseguitori in classifica iridata, ma Alonso recupera la piazza d’onore, ai danni di Kimi Raikkonen, costretto al ritiro nell’appuntamento di Spa-Francorchamps.

Resta un’amara riflessione: se la Ferrari, anche quando va bene, perde terreno in classifica, come fa a coltivare le ambizioni mondiali? In un quadro del genere sembra sempre più probabile un nuovo tentativo l’anno prossimo, ma in Emilia Romagna non si arrendono, come è giusto che sia. Del resto, nel Circus si sono viste delle sorprese in passato, anche quando i giochi sembravano chiusi.

Alonso ha preso il via della gara belga con gomme slick e mescola media. Allo spegnersi del semaforo si è reso protagonista di un’ottima partenza dalla quinta fila dello schieramento, scegliendo la traiettoria interna alla frenata della Source e sfilando in quinta piazza. Poi, con un’accorta strategia e con un ritmo molto sostenuto, si è insediato alle spalle del leader, conservando la posizione fino alla bandiera a scacchi.

Alonso ha effettuato due soste sul circuito delle Ardenne, usando la gomma media per due stint, prima di montare la mescola hard al 28° giro, con un pit stop durato solo 2,6 secondi. Per fortuna la pioggia, data per probabile al 60%, non ha preso di mira la pista, consentendo un confronto senza fattori climatici di disturbo.

In questo scenario l’asturiano si è espresso al meglio. Ecco le sue parole sul sito ufficiale della Ferrari: “Il risultato di Spa dimostra come l’esito delle qualifiche non corrisponda poi al verdetto della domenica, anche se credo che se fossi partito in pole sarei comunque finito secondo, perché Vettel era più veloce. Gli aggiornamenti utilizzati hanno funzionato bene. Questo ci rende ottimisti per le prossime gare, perché il nostro obiettivo rimane sempre quello di lottare per il titolo fino alla fine”. L’approccio è quello giusto, ma occorrono netti progressi in qualifica e ulteriori passi avanti sul ritmo di gara, altrimenti i buoni proposti resteranno sogni di fine estate.

GP Germania 2013 Fernando Alonso
GP Germania 2013 Fernando Alonso
GP Germania 2013 Fernando Alonso
GP Germania 2013 Fernando Alonso
GP Germania 2013 Fernando Alonso

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: