Rally d'Argentina, quarto sigillo di Loeb



Ancora lui Sebastien Loeb, vince in Argentina come lo scorso anno e per la quarta volta consecutiva quest’anno, come ci ha abituato Loeb parte all’attacco accumula vantaggio e poi controlla con la lucidità che gli è propia, ma sempre più veloce degli altri. Questa quarta vittoria con il conseguente vantaggio di punti lo lancia prepotentemente a pretendere il terzo titolo mondiale, il suo grande avversario Marcus Gronholm, l’unico in grado di contrastarlo per la vittoria è stato tradito dall’affidabilità della sua Ford andata in crisi con la trasmissione durante la prima tappa. Rientrato nella seconda tappa Gronholm ha fatto una gara tutta all’attacco riuscendo a risalire fino al 10° posto, certo non la posizione in linea con le prestazioni della sua Ford, stessa sorte per il compagno di squadra Hirvonen, rimasto fuori gara per problemi al motore. Con l’Argentina è rinata la Subaru e Petter Solberg, che sulla terra risorgono e sembrano addirittura in grado di contendere la vittoria a Loeb, ma poi tanti piccoli problemi tra cui uno al selettore del cambio fanno capire a Petter che deve accontentarsi della seconda piazza, che è comunque un grande risultato. Bene anche la Subaru di Atkinson sesta, ma l’altro grande eroe dell’Argentina è il nostro Gigi Galli, grande terzo con la Peugeot il suo miglior risultato, che lo conferma pilota da assoluto e da una grande soddisfazione alla Pirelli che ha creduduto in lui. Dietro ai primi si confermano Shohl quarto alla sua 100^ partecipazione a un Rally mondiale e Sordo quinto.


La Subaru di Solberg rinata sulla terra


Gigi Galli spendido terzo con la Peugeot

Foto del titolo:Loeb vola e vince

[Foto:motorsport.com]

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: