La Toyota conferma il suo impegno in Formula 1

toyota

Dopo l'annuncio della Honda, che ha confermato la decisione di lasciare la Formula 1, in virtù degli effetti di cassa prodotti dalla crisi che ha colpito il mercato automobilistico, nel mondo delle corse c'è un clima di preoccupazione. La paura degli addetti ai lavori è che altri costruttori possano rinunciare a distrarre risorse dal core business aziendale, per mettersi al riparo dalla difficile fase congiunturale, evitando così gli investimenti nel Circus.

Ma il quadro, anche se molto delicato, potrebbe essere meno nero di quanto si pensi, altrimenti la casa giapponese non avrebbe già trovato dei potenziali acquirenti, come ha svelato l'amministratore delegato Nick Fry: "Abbiamo ricevuto tre differenti proposte da parte di gruppi importanti che sarebbero interessati a rilevare il team". Si tratta, tuttavia, di notizie da prendere con le pinze, che richiedono una valutazione sulla serietà delle proposte.

Resta in piedi, in ogni caso, il rischio di una griglia di partenza con sole 18 monoposto, un livello al di sotto dei minimi garantiti nei contratti televisivi. Per fortuna, però, arrivano anche delle notizie confortanti, che pongono quello della Honda come un caso singolare e puntiforme. La dimostrazione giunge dall'annuncio diramato dalla Toyota, che ha confermato il suo impegno: "La nostra squadra è sempre determinata a riuscire in F1 e a ridurre i suoi costi. Ci auguriamo, però, che le proposte fatte per alleviare gli oneri di gestione ricevano il sostegno che meritano".

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: