F1, Jenson Button sereno per il futuro in McLaren

In questi ultimi tempi, sul fronte del mercato, a dominare la scena, anche sul piano mediatico, è stato Kimi Raikkonen. Ora che il finlandese è stato reclutato dalla Ferrari, molte attenzioni si indirizzando verso altri lidi.

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:50:"F1 2014: Button, 14 milioni per restare in McLaren";i:3;s:45:"Jenson Button vede il suo futuro alla McLaren";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:2050:"

Jenson Button non ha dubbi sulla sua permanenza alla McLaren. Lui crede che il prolungamento del contratto sia una semplice formalità, da concretizzare in un futuro non troppo lontano.

Uno dei piloti sotto le luci dei riflettori è, appunto, Button, che deve ancora rinnovare l’accordo con il team di Woking. Il diretto interessato non ha dubbi sul fatto che anche nel 2014 difenderà i colori della sua squadra attuale, ma al momento manca ancora la firma.

Questa dovrebbe arrivare piuttosto presto, almeno a sentire le parole dell’asso britannico, che esprime la sua serenità sulle pagine di Autosport, quando dice: “Non credo di dovermi preoccupare, perché i presupposti per allungare l’accordo ci sono tutti. Manca ancora la sigla sull’intesa, ma è un mero fatto formale. Io voglio rimanere dove mi trovo ed anche la squadra mi vuole trattenere”.

Certo, nella vita anche matrimoni solidi come una roccia fanno, qualche volta, una brutta fine, ma Button si fa forte della sintonia registrata in quattro anni di partenariato per trarre fiducia sulla possibilità che non ci sia un cambio di rotta all'orizzonte.

Per il futuro, i manager della McLaren non cantano l’ottimismo, ma c’è una buona dose di speranza sulla capacità di invertire il trend. In attesa di scoprire se questo porterà a un cambiamento nella geografia dei valori, dalle parti di Woking si comincia a lavorare a piena energia sul prossimo anno, in virtù delle grandi novità previste per il 2014.

L’infelice situazione di classifica sta spingendo i vertici a focalizzarsi esclusivamente sull’avvenire, anche se non si vuole buttare nel cestino il 2013. Le prossime gare, quindi, verranno affrontate con il giusto spirito dagli uomini della McLaren.

";i:2;s:2253:"

F1 2014: Button, 14 milioni per restare in McLaren

Nel paddock del Gp del Belgio si era sparsa la voce di un interesse della Ferrari per Jenson Button, come possibile alternativa a Kimi Raikkonen per la prossima stagione, se si chiudesse il rapporto con Felipe Massa. L’inglese si è, però, tolto subito dal mercato ed ha dichiarato di voler restare alla McLaren anche in futuro: “Mi trovo benissimo – ha dichiarato nei giorni scorsi – non avverto il bisogno di cambiare”. Ora arrivano i dettagli sull’operazione, che dovrebbe portare il campione del mondo 2009 a chiudere la carriera a Woking.

Secondo quanto riportato dall’autorevole quotidiano britannico ‘The Times’, Button è pronto a firmare un rinnovo triennale del proprio contratto, alla cifra di 14 milioni di euro a stagione. Dunque, un accordo fino alla stagione 2016 con un ingaggio importante e la speranza di poter tornare a lottare con i migliori dal Mondiale 2014, dopo un anno vissuto sempre nelle retrovie. La rivoluzione dell’anno prossimo, con il ritorno dei motori Turbo, potrebbe rimescolare le carte in tavola e riportare la McLaren tra le contendenti per il titolo.

L’annuncio del prolungamento di questo binomio dovrebbe arrivare la prossima settimana, nel corso dei festeggiamenti per i 50 anni della scuderia inglese nel mondo della Formula 1. Jenson Button è in McLaren dalla stagione 2010, dopo aver corso nelle annate precedenti con Williams, Benetton, Renault, BAR, Honda e Brawn Gp, quest’ultima con cui ha vinto un inatteso titolo. Ha ottenuto otto vittorie con il team di Woking, l’ultima nella gara conclusiva della passata stagione, in Brasile.

";i:3;s:2275:"

Jenson Button vede il suo futuro alla McLaren

Jenson Button punta a rimanere alla McLaren anche in futuro. Lui vuole continuare a connettere la sua carriera agonistica al team di Woking.

In Belgio, a ridosso della sfida di Spa-Francorchamps, avevano preso piede le voci di un suo passaggio alla Red Bull, per sostituire Mark Webber, o alla Ferrari, al posto di Felipe Massa.

Ad allontanare le dicerie provvede lo stesso pilota inglese, campione del mondo 2009. Come ricorda il sito di Planet F1, lui ha corso per Williams, Benetton, Renault, BAR, Honda e Brawn GP, prima di passare alla McLaren, con cui intende proseguire l'avventura sportiva nel Circus.

Del resto, la scuderia d’oltremanica ha tutte le risorse per risalire la china, mettendosi alle spalle un 2013 inferiore alle aspettative. Quindi non sarebbe un azzardo rimanervi. Secondo alcuni, il rinnovo del contratto potrebbe giungere la prossima settimana, con un ingaggio di dodici milioni di sterline a stagione, per il triennio all'orizzonte. Non ci resta che attendere per vedere se andrà realmente così.

Sulla sua permanenza, invece, restano pochi dubbi, non solo per la volontà di Jenson di chiudere la carriera in McLaren, espressa sulla stampa: “Mi trovo benissimo qui, non avverto il bisogno di migrare verso altri lidi”.

Ci sono anche le dichiarazione di Martin Whitmarsh, infatti, a confermare la cosa. Nelle scorse ore il team principal del gruppo inglese ha detto di non avere nessuna intenzione di cambiare la line-up per la prossima stagione agonistica di Formula 1.

Come sottolinea il sito di Autosport, la McLaren detiene un’opzione per il 2014 su Button ed intende esercitarla, per la stabilità del gruppo. Ovviamente il desiderio di proseguire l’intesa c’è pure nei confronti di Sergio Perez, su cui si vuole seminare per il futuro.";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail