Formula 1: falso allarme, la BMW non molla



L’abbandono del Team Honda ha innescato una reazione a catena, tanto da alimentare voci di altri illustri ritiri: addirittura la BMW.

Per fortuna le voci sembrano infondate, e un alto dirigente della casa tedesca Klaus Draeger ha rassicurato con le sue dichiarazioni: “Ci dispiace per quello successo alla Honda, Il nostro impegno in F1 fa parte della strategia dell'intero gruppo.

Non c'è nulla di meglio della F1 come piattaforma per dare massimo risalto al nostro brand".

La BMW sfrutta anche le conoscenze tecnologiche della F1 da utilizzare sulle macchine di serie, come l'acceleratore per esempio. Il nostro gruppo è contento dei benefit ottenuti tra costi e ricavi.

E le soluzioni prese dalla Fota in merito alla riduzione dei costi, a partire dal 2009, ci trovano d'accordo. Il nostro impegno in F1 ci ha portato a dei buoni successi”.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: