GP Italia F1 2013, Mercedes si aspetta un ritmo migliore a Monza

Mercedes si aspetta un ritmo migliore nel Gran Premio d’Italia di Formula 1, dopo una performance inferiore alle aspettative sulla pista di Spa-Francorchamps.

La fiducia non manca ed emerge chiaramente nelle parole del direttore esecutivo Toto Wolff, riportate sul sito di F1 Times: “A Monza useremo una versione raffinata del pacchetto aereodinamico introdotto in Belgio. Speriamo di vedere un miglioramento nel ritmo di gara sul circuito brianzolo, facendo tesoro degli elementi acquisiti nell’appuntamento precedente. Ci sono valide ragioni per sperare bene”.

Guardando al 2013 nel suo complesso, emerge come la Mercedes abbia cambiato marcia rispetto alle stagioni precedenti. Ricordiamo che lo scorso anno il team della stella incassò una sola vittoria: un magro bottino per la W03, comunque migliore delle progenitrici, mai finite sul gradino più alto del podio dal momento del rientro nel Circus, avvenuto nel 2010. Con i suoi motori, la McLaren aveva fatto molto meglio, rendendo più amaro il boccone.

A pesare sul bilancio erano state alcune carenze organizzative, un gap tecnico sui primi della classe e un’aerodinamica meno efficace rispetto alle monoposto di punta. Ora le cose vanno molto meglio. L’arrivo di Lewis Hamilton, che ha preso il posto di Michael Schumacher, ha portato una ventata di entusiasmo, aggiungendo una marcia in più. Un contributo al cambio del quadro è giunto dall’ingresso di Toto Wolff e Niki Lauda nelle stanze dei bottoni, ma soprattutto dall’arrivo di Tim Goss come direttore tecnico, in sostituzione di Paddy Lowe, e di Mike Elliot come capo dell’aerodinamica del gruppo di Brackley. La Mercedes è oggi in grado di lottare al vertice, ma non può permettersi passi falsi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail