GP Italia F1 2013: Pirelli a Monza con gomme Hard e Medium

Ormai ci siamo: il Gran Premio d’Italia di Formula 1 è dietro l’angolo. La sfida di Monza sta per presentarsi all’appello, offrendo il suo carico di storia e magia agli appassionati e ai protagonisti della specialità.

Quella che si profila all’orizzonte è una gara dove le gomme vengono particolarmente sollecitate. Ecco perché è importante conoscere il pensiero degli uomini di casa Pirelli, in vista della sfida brianzola.

Per la gara di casa, il fornitore milanese ha deciso di portare gli pneumatici P Zero Orange hard e P Zero White medium: la stessa combinazione adottata nel Gran Premio del Belgio. Ma, se a Spa-Francorchamps è stata soprattutto la forza laterale ad interessare le coperture, a Monza saranno l’energia longitudinale e gli elevati livelli di grip meccanico ad impegnare queste importanti componenti.

In virtù del fatto che il set-up dovrà offrire un compromesso tra le sezioni lente e quelle veloci del circuito, è facile intuire come le gomme giocheranno un ruolo cruciale, con diverse opportunità di strategia, capaci di incidere significativamente sulle dinamiche agonistiche del confronto lombardo, sempre molto amato dagli appassionati, presenti in modo cospicuo in questo tempio della velocità, intimamente connesso alla tradizione storica del Circus.

Ecco le parole di Paul Hembery, direttore del reparto Motorsport di Pirelli: “Monza è la nostra gara di casa, a solo mezz’ora di distanza dalla nostra sede di Milano. E’ il tracciato più veloce della stagione, con lunghi rettilinei e curve da affrontare ad andatura sostenuta, che scaricano molta energia sulle gomme. Ciò significa che l’overheating ed il blistering possono diventare un problema se non controllati. Quindi, una corretta gestione degli pneumatici può avere un effetto molto importante sulla gara e sulla strategia”.

Questi elementi –prosegue il manager inglese- dovranno essere valutati attentamente dai team durante le prove libe-re del venerdì. Qui vengono messe alla prova non solo le prestazioni degli pneumatici ma anche la durata, in quanto ci sono molti impatti ad alta velocità con i cordoli, altro aspetto importante di una delle gare più popolari dell’anno”. Chi punta a guadagnare una prestazione luminosa nel weekend alle porte deve quindi considerare al meglio i vari aspetti, per evitare di compromettere il lavoro e i risultati. Le squadre, specie quelle al top, lo sanno benissimo e cercheranno di non farsi prendere di sorpresa. Presto vedremo come andrà a finire.

Foto | Pirelli.com

  • shares
  • Mail