Ferrari F1, Andretti preoccupato dalla convivenza di Alonso con Raikkonen

In attesa di scoprire se è vera la notizia del reclutamento di Kimi Raikkonen da parte della Ferrari, si cominciano a fare alcune riflessioni sul tema.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:68:"Ferrari, mercoledì l'annuncio dell'arrivo di Raikkonen a Maranello?";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:2214:"

In alcuni casi queste giungono da personaggi importanti del motorsport, che esprimono il loro punto di vista in merito al presunto ingaggio del finlandese per le prossime due stagioni da parte della scuderia del “cavallino rampante”.

Uno dei pareri più autorevoli, almeno secondo me, è quello di Mario Andretti, che mette in evidenza gli aspetti negativi legati all’eventuale approdo di Iceman a Maranello.

Secondo il mitico pilota italo americano, avere due numeri uno in squadra potrebbe porre dei seri problemi alla Ferrari. L’arrivo di Raikkonen, infatti, creerebbe una coppia di primo livello con Fernando Alonso, ma metterebbe due “galli” nello stesso “pollaio”, con i rischi che ne conseguono in termini di sana e pacifica convivenza.

Se da un lato la squadra emiliana potrebbe giovarsene in termini di apporto per la conquista del prossimo titolo costruttori, dall’altro non possono essere sottovalutati i pericoli di una line-up di così alto profilo, dove ognuno cercherebbe di fare la primadonna.

Come ricorda il sito di Planet F1, fino a poco tempo fa lo stesso presidente Luca di Montezemolo aveva manifestato il desiderio di evitare una situazione del genere, ma ora lo scenario che si apre all’orizzonte sembra di matrice diversa.

Andretti è perplesso sulla scelta di mettere insieme Alonso e Raikkonen, come si evince chiaramente dalle sue dichiarazioni a GPUpdate.net: “A Maranello mancano da tempo due numeri uno in squadra. Non so se una coppia al vertice possa funzionare. Ho dei dubbi anche sul fatto che Fernando possa essere favorevole a una situazione del genere. Si potrebbero considerare altri talenti, per non correre certi rischi”.

Andretti crede anche nella convenienza di Raikkonen a rimanere nella Lotus per un’altra stagione, dal momento che il team di Enstone ha buone credenziali per il futuro.

";i:2;s:3108:"

Ferrari, mercoledì l'annuncio dell'arrivo di Raikkonen a Maranello?

Dopo tante speculazioni, nella giornata di mercoledì la Ferrari potrebbe fare chiarezza sulla sua futura line-up. Nel weekend del GP Monza F1 2013 si è fatta spazio la voce di un possibile divorzio da Felipe Massa, di imminente annuncio. Al posto del brasiliano dovrebbe arrivare Kimi Raikkonen.

Per il finlandese si tratterebbe di un clamoroso ritorno a Maranello, dove ha conseguito il suo unico titolo mondiale. Secondo i soliti “ben informati”, l’accordo con il finlandese sarebbe già stato raggiunto, nella forma di un contratto biennale. Pare che la divulgazione sia una semplice formalità, ma prima che venga data notizia ufficiale preferisco non sbilanciarmi sull’argomento.

Come ricorda il sito di F1 Times, già nelle scorse settimane il team principal Stefano Domenicali e il presidente Luca di Montezemolo avevano detto che Raikkonen era una delle ipotesi al vaglio per il “cavallino rampante” del futuro, ma nessuno aveva confermato la prospettiva di uno sbarco in Italia nel 2014.

Ora la cosa sembra molto credibile, anche in virtù del reclutamento di Daniel Ricciardo alla Red Bull, che ha limitato il ventaglio delle soluzioni a disposizione di “Iceman”, la cui unica alternativa sarebbe rappresentata dalla permanenza alla Lotus.

Anche se Massa ha compiuto dei progressi negli ultimi tempi, sembra che questi non basteranno ad assicurargli un futuro in Ferrari: troppo pesante il deficit di 90 punti accusato sul compagno di squadra Fernando Alonso, che potrebbe dar vita, l’anno prossimo, a un team con due campioni del mondo, insieme a Raikkonen.

A Maranello sanno che per vincere il titolo costruttori ci vogliono due piloti capaci di concorrere concretamente alla causa: il finlandese potrebbe essere la scelta giusta, anche se mettere due galli nello stesso pollaio presenta pure delle controindicazioni.

Tempo fa Niki Lauda aveva auspicato l’arrivo di Kimi in Emilia Romagna. Secondo il carismatico campione austriaco, l'asso nordico sarebbe il driver perfetto per la scuderia del “cavallino rampante”. Ecco le sue parole su Told Bild, riprese da Planet F1: “La Ferrari ha un problema e deve cercare di risolverlo. Kimi potrebbe dare alla squadra la stessa spinta che ha dato Lews Hamilton alla Mercedes. Se fossi Montezemolo, sceglierei lui, anche per rendere più vivace il confronto con Alonso”. Sarà così nel 2014? Non ci resta che aspettare per saperlo. ";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: