Ferrari F1, Felipe Massa e le sue undici vittorie rampanti

Con il reclutamento di Kimi Raikkonen, a fine anno si chiude l’avventura di Felipe Massa alla Ferrari, dopo tante esperienze vissute insieme agli uomini del “cavallino rampante”.

Durante la permanenza a Maranello, il pilota brasiliano è stato sempre rispettoso degli ordini di scuderia, manifestando un genuino amore per le “rosse”, con cui non è però riuscito ad ottenere gli obiettivi sperati, anche se nel 2008 mancò di un soffio la conquista del mondiale, per un sorpasso in zona Cesarini di Hamilton su Glock durante l’appuntamento conclusivo di quella stagione, che vinse davanti al pubblico di casa, a Interlagos.

Come sottolinea il sito della squadra emiliana, fu quella forse la vittoria più bella e dolorosa della sua carriera, in un contrasto di emozioni difficile da raccontare se non lo si sperimenta. Lui seppe vivere con stile la situazione: “Lo sport è fatto di queste cose e dobbiamo accettarlo. Faccio i miei complimenti a Lewis: chi fa più punti merita il titolo”.

Altri dieci successi giunsero nella parentesi fra il Gran Premio di Turchia del 2006 e la sfida del Brasile di cui abbiamo parlato. Il gradino più alto del podio è stato frequentato con maggiore frequenza da Massa a Instabul, dove ha vinto per tre volte consecutive (dal 2006 al 2008) e a Sakhir, in Bahrain, dove si è imposto due volte (2007 e 2008). Pure in Spagna il paulista ha vinto due volte, ma su circuiti diversi.

Ora l’avventura di Massa alla Ferrari, dove è giunto nel 2006 al fianco di Michael Schumacher, si avvia alla chiusura, dopo otto stagioni trascorse insieme. Il divorzio è stato giusto se si guardano i risultati, ma bisogna riconoscere a Felipe buone doti velocistiche abbinate a una totale disponibilità a piegarsi agli interessi superiori del team. Con l’arrivo di Raikkonen, invece, a Maranello dovranno fare i conti con due primedonne.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: