Amarcord: Ferrari 250 Testa Rossa, poesia eterna

ferrari 250 tr

E’ una Sport incantevole, al cui fascino è impossibile resistere. Vince tre titoli mondiali Marche: nel 1958, 1960 e 1961. Per questo la 250 Testa Rossa entra nel cuore della leggenda. Gli 800 kg di peso vengono lanciati alle velocità più elevate da un robusto 12 cilindri di origine Colombo, affinato da Carlo Chiti. Alimentato da un’imponente batteria di carburatori Weber, sviluppa una potenza di 300 Cv a 7200 giri al minuto. Il suono che emette produce immense scariche di adrenalina. E’ un vero piacere assistere al passaggio di questa opera d’arte.

Il suo debutto agonistico avviene nel gennaio del 1958, alla 1000 km di Buenos Aires, dove ottiene una magnifica doppietta, con Hill e Collins primi, seguiti da Von Trips, Gendebien e Musso, giunti alle loro spalle. La Testa Rossa è un vero rullo compressore. Miete successi nelle più disparate gare, a partire da Sebring.

Vince la Targa Florio con Musso e Gendebien, che si ripete (in coppia con Hill) alla 24 Ore di Le Mans, consegnando alla Ferrari l’alloro iridato con una gara di anticipo. Hawthorn e Collins arrivano secondi alla 1000 km del Nurburgring. Anche gli anni successivi saranno densi di gloria, creando un mito eterno, il cui congedo sarà molto luminoso, grazie al successo nella maratona della Sarthe del 1961.

  • shares
  • Mail